Alimentazione a basso contenuto di ferro

Wellness

Alimentazione a basso contenuto di ferro

ferro

Le persone che hanno l'ematomacrosi assorbono troppo ferro nei loro intestini che, entrando nel flusso sanguigno, provoca a chi ne soffre dolori articolari e addominali, perdita di peso e una colorazione più scura della pelle. Scopriamo come contrastarla.

Un trattamento preventivo per questa condizione è un’alimentazione a basso contenuto di ferro. Una dieta totalmente priva è impossibile, poiché delle tracce si trovano in tutti gli alimenti, ma assumerne un basso contenuto è fattibile.

Gli alimenti consigliati

Scopriamo quali sono gli alimenti maggiormente poveri di ferro consigliati per una dieta ideale per limitare l’insorgere dell’ emocromatosi.

Carni e grassi animali

Il corpo può assorbirlo più velocemente dai prodotti a base animale rispetto a quelli a base vegetale. Per la maggior parte delle persone che mangiano una quantità appropriata di carne, l’assorbimento più rapido è utile, ma chi ha bisogno di un’alimentazione a basso contenuto di ferro dovrebbe eliminare del tutto la carne dalla propria dieta. I grassi animali,lavorano come leganti in alimenti come il formaggio, prodotti al cioccolato e persino con i dolciumi come le caramelle. Limitare questi alimenti aiuta a ridurre l’assorbimento.

Cibi ricchi di fibre

I cibi ricchi di fibre causano una digestione lenta.

Questo rallentamento nell’assorbimento del cibo si muove attraverso l’apparato digerente e aumenta il tempo necessario al corpo per assumere il ferro. Cereali integrali contengono grandi quantità di fibre, e per un’alimentazione a basso contenuto di ferro, bisogna sostituire i cereali integrali, come il grano intero e segale o grani trasformati, che aiutano a rallentarne l’assorbimento. Anche noci e fagioli sono ottimi cibi ricchi di fibre.

Verdure a foglia verde

Spinaci, cavolo, lattuga e altri ortaggi a foglia verde dovrebbero costituire una parte importante per chiunque voglia applicare un’alimentazione a basso contenuto di ferro. Molti di questi vegetali contengono sostanze che ne inibiscono l’assorbimento. Inoltre, questi alimenti a foglie verde sono anche provvisti di altre vitamine e minerali che sono ottimali per questo tipo di diete povere di ferro.

Bevande

Le persone che devono assumere un’alimentazione a basso contenuto di ferro dovrebbero consumare alcol con moderazione.

Il fegato può decomporre il ferro, che aiuta a ripulire il sangue dal minerale. Il consumo di alcol interferisce con questa ripartizione e provoca l’assorbimento più velocemente. Caffè e tè, che spesso sono esclusi da diete speciali, aiutano le persone che hanno bisogno di ridurne l’assorbimento. Queste bevande contengono una sostanza chimica chiamata “tannino”, che ne rallenta l’assorbimento ma permette di riceverne tutti i benefici. Bere caffè e tè durante i pasti è quindi necessario.

Il libro illustra i modi per conoscere il proprio corpo e capire di cosa ha bisogno. Per imparare a mangiare in modo sano e corretto acquisendo una maggiore consapevolezza del proprio corpo, il libro è un supporto ideale per imparare a conoscere sé stessi e i propri bisogni.

Un’utile guida per riattivare il metabolismo attraverso l’integrazione di cibo sano e naturale. Per imparare a conoscere quali cibi integrare nel proprio organismo e fare una dieta mangiando, l’autrice fornisce tutti i suggerimenti necessari a recuperare il peso forma.

Tra i libri vegani più amati, questo si conferma uno dei più letti grazie ai numerosi consigli utili per realizzare ricette semplici e gustose in poco tempo mantenendo un’alimentazione sana.

Creando una cucina adatta a tutti i gusti, l’ autrice illustra con accuratezza le diverse ricette proposte e fornisce suggerimenti per creare piatti in poco tempo.

1 Commento su Alimentazione a basso contenuto di ferro

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche