Allarmanti i dati sulla disoccupazione nel mese di gennaio 2012

Aziende

Allarmanti i dati sulla disoccupazione nel mese di gennaio 2012

Protesta di disoccupati
Protesta di disoccupati

Sono stati diffusi i dati ISTAT relativi alla disoccupazione in Italia nel mese di genaio 2012. Il tasso di disoccupazione risulta pari al 9,2%, che rappresenta, purtroppo, il tasso più elevato toccato dal 2004 a oggi. Questa percentuale corrisponde a un totale di 2.312.000 disoccupati, che, rispetto all’anno precedente, significa un 14,1% in più.
A preoccupare maggiormente è la disoccupazione giovanile, cioé quella che colpisce la fascia di età tra i 15 e i 24 anni, che è aumentata del 31,1% con un incremento dello 0,1% rispetto al mese di gennaio 2011. A diminuire è il numero degli inattivi (coloro, cioé, che non risultano né occupati né disoccupati) tra i 15 e i 64 anni. Gli inattivi sono calati, rispetto a fine dicembre, dello 0,4% (63mila unità in meno rispetto al mese precedente), mentre è del 2,1% se si estende il confronto agli ultimi dodici mesi.

La diminuzione riguarda gli inoccupati di sesso maschile (-0,7%) sia di sesso femminile (-0,3%).
Il tasso di inattività è del 37,3%, che significa una flessione di 0,1 punti percentuali in termini congiunturali e di 0,8 punti su base annua.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche