Allarme cancro su patatine e caffè. La Food Standards Agency identifica 13 prodotti a rischio

News

Allarme cancro su patatine e caffè. La Food Standards Agency identifica 13 prodotti a rischio

Le aziende alimentari sono state avvertite della presenza di unrischio chimico nei prodotti di uso quotidiano che vanno da patatine e al caffè istantaneo e biscotti allo zenzero.
Un biscotto progettato per neonati e bambini è stato anche coinvolto nella segnalazione.
Gli esperti stanno avvertendo le famiglie di tostare solo leggermente il pane a casa, in quanto la sostanza chimica, chiamata acrilammide, è più probabile che si formi in cibi più a lungo cucinati.
Uno studio della Food Standards Agency ha individuato 13 prodotti contenenti livelli elevati della sostanza chimica.
L’acrilammide, che è ancora oggetto di indagine da parte degli scienziati, è un prodotto associato alla frittura, cottura, agli alimenti arrostiti o tostati a temperature molto elevate, di solito superiore a 120c.
La FSA insiste che non c’è alcun rischio immediato per il pubblico e non vi è alcuna necessità per le persone a cambiare la loro dieta.
Tuttavia, si sta mettendo pressione su tutte le aziende alimentari di ridurre i livelli di acrilamide in quanto il consumo a lungo termine potrebbe aumentare il rischio di cancro. La sua consulenza ufficiale è, inoltre, che le famiglie dovrebbero mangiare pane e patatine non bruciacchiati.

La FSA ha detto che il suo studio dei livelli di acrilammide e furano – un’altra sostanza chimicica- viene usato per identificare quali aziende devono agire. L’acrilammide è formato mediante una reazione tra i componenti naturali in alimenti durante la cottura.


Produttori tra cui Heinz e McVitie hanno già reagito cambiando le loro ricette.
Le imprese alimentari sono state avvertite che i prodotti di uso quotidiano come patatine, biscotti e caffè istantaneo potrebbero contenere acrilamide.

Ma altri, tra cui Nestlè, i creatori di Nescafe, dicono che è impossibile farlo senza danneggiare il sapore e la qualità dei loro prodotti. E ha aggiunto: ‘Non esiste attualmente alcuna prova scientifica per suggerire che un prodotto particolare, ha un impatto negativo sulla salute nel contesto dell’esposizione all’acrilamide.’
La FSA ha richiesto alla UE e l’Autorità europea per la sicurezza alimentare di effettuare le prove annuali. In 13 casi i livelli sono al di sopra del ‘valore indicativo’.
La FSA ha messo in guardia le imprese alimentari di prodotti di uso quotidiano come caffè solubile che può contenere l’acrilamide.

Nel 2002 studi svedesi hanno rivelato che alti livelli si formano durante la cottura o la frittura di patate o di prodotti cerealicoli.
La FSA ha detto: ‘Questo ha sollevato in tutto il mondo le preoccupazioni del pubblico perché gli studi su animali di laboratorio suggeriscono che l’acrilamide ha il potenziale di causare il cancro negli esseri umani interagendo con il DNA nelle cellule.

‘L’Agenzia ritiene che l’esposizione a tali sostanze chimiche deve essere la più bassa ragionevolmente possibile.’
L’ultima indagine ha rilevato ‘una tendenza al rialzo’ dei livelli di acrilammide negli elaborati a base di cereali per bambini, escluse le fette biscottate. È importante tuttavia, che i genitori non dovrebbero smettere di dare questi prodotti ai giovani.
La Food and Drink Federation, che rappresenta i produttori, ha detto che i membri ‘garantiscono i livelli più bassi ragionevolmente conseguibili’.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...