Allarme choc: la polenta può provocare cancro all’esofago COMMENTA  

Allarme choc: la polenta può provocare cancro all’esofago COMMENTA  

polenta-300x225

Il ricercatore del Cnr di Napoli Roberto Defez ha lanciato un allarme che riguarda il consumo di polenta calda: pare che questo alimento, molto utilizzato soprattutto nelle regioni del Nord-Est d’Italia, possa aumentare i rischi di  sviluppare un tumore all’esofago. Inoltre, nelle donne in gravidanza, è rischiosa perché rallenta l’assunzione di acido folico.

Leggi anche: Depurazione acque inefficace, rischi per la salute


I ricercatori del Cnr hanno riscontrato nella polenta servita calda la presenza di tossine in grande concentrazione, le c.d. fumonisine. A sostegno dell’allarme, Defez riporta il dato di Pordenone, che risulta essere la terza città in Europa per alta concentrazione di tumori all’esofago.

Leggi anche: Studio del CNR, patologie respiratorie in aumento dal 1985

Ed è anche la città in cui il consumo di polenta è assai alto. Ulteriori fattori di rischio per cancro all’esofago, secondo la ricerca del Cnr, sono la grappa e il caffè.

Leggi anche

esplosione-treno-merci
Esteri

Treno carico di gas deraglia ed esplode, 5 morti e molti feriti

Disastro ferroviario nel nord est della Bulgaria, dove un treno merci carico di propano-butano, è deragliato ed esploso distruggendo almeno una ventina di edifici. Un incidente gravissimo, avvenuto nei pressi del villaggio di Hitrino, che ha provocato la morte di almeno cinque persone anche se il bilancio è ancor aprovvisorio. I medica locali hanno ricostruito la dinamica dell'incidente: il treno sarebbe uscito dai binari e questo avrebbe provocato la violentissima esplosione, che ha a sua volta causato il crollo di diversi edifici. Le persone decedute sarebbero state sepolte dalle macerie e vi sarebbero anche 25 feriti, alcuni dei quali in Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*