Allerta web: attenzione a questa mail COMMENTA  

Allerta web: attenzione a questa mail COMMENTA  

I rischi e i pericoli che possiamo incontrare navigando sul web sono davvero numerosi. Gli hackers stanno diventano sempre più esperti e non c’è modo di anticipare o prevenire le loro mosse, quindi di certo non basta utilizzare password sicure per tutelare la posta elettronica. Il livello di allerta scattato lo scorso 28 Gennaio è ancora alto, c’è ancora un bollino rosso messo in evidenza sul sito ufficiale del Commissariato di Pubblica Sicurezza. La mail dal contenuto sospetto che bisogna tenere alla larga riguarda per lo più “restituzione di materiale” e “rimborsi” di vario tipo.

Leggi anche: Pizzo per Natale, arresti in provincia di Caserta

Nel messaggio il destinatario viene invitato ad aprire un allegato per ricevere maggiori informazioni. Una volta aperto, l’allegato dirama nel sistema un virus di difficile rimozione, che in breve tempo porta alla distruzione di tutti i dati custoditi. Mi raccomando a non aprire l’allegato (di regola con estensione .cab, .zip. scr.) e cestinate subito la mail. Un altro virus sta circolando negli ultimi tempi, e colpisce tramite i tag su Facebook: state attenti a non aprire video in cui compare il tag di vostri contatti, si tratta di un virus altrettanto potente che danneggia il sistema operativo.

Leggi anche: Baciato dal sole. Esordio non da record per la nuova fiction di Rai Uno

Leggi anche

supvenezia
News

Venezia: surf dal Ponte degli Scalzi per un giapponese. Rischia denuncia

Uno “stravagante personaggio” è stato visto dalla folla tuffarsi dal Ponte degli Scalzi a Venezia domenica 4 dicembre: un giapponese in muta da sub "armato" di pagaia e di una tavola da surf per fare Sup - acronimo dello sport Stand Up Paddle - proprio nel Canal Grande. Il turista ha anche deciso di farsi filmare dagli amici mentre compiva la sua “audace impresa”. L’uomo ora rischia una multa e una denuncia con l’accusa di “attentato alla navigazione” di placide gondole e vaporetti tipici veneziani. Per quanto bizzarro, il gesto del viaggiatore non è insolito in città negli ultimi tempi: pochi giorni fa, dopo qualche mese di coma, Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*