‘Almeno 1.200 attacchi cardiaci evitati’ un anno dopo che il divieto di fumo è stato introdotto

Wellness

‘Almeno 1.200 attacchi cardiaci evitati’ un anno dopo che il divieto di fumo è stato introdotto


Il numero di infarti è diminuito drasticamente dopo il divieto di fumo.
Almeno 1.200 attacchi di cuore sono stati evitati in Inghilterra l’anno dopo l’introduzione del divieto, secondo un rapporto del British Medical Journal.
Nel più ampio studio di questo tipo, le informazioni sui pazienti adulti colpiti da attacco cardiaco dai cinque anni prima che il divieto è entrato in vigore nel luglio 2007, è stato confrontato con i dati dei successivi 14 mesi.
Costringere le persone a fumare fuori ha drasticamente ridotto il numero di attacchi di cuore del 1200.

La ricerca Bath University ha scoperto che i ricoveri ospedalieri per infarto sono scesi del 2,4 per cento in Inghilterra un anno dopo il divieto di fumare nei luoghi pubblici chiusi.

Il tasso di sopravvivenza in ospedale è l’85 per cento, quindi all’interno di un gruppo di 1.200 presenze circa 180 ci si aspetta che muoiano.
Gli esperti hanno sottolineato che gli attacchi di cuore sono solo uno dei problemi di salute correlati al fumo che il divieto ha ridotto.

La ricerca ha già dimostrato che il divieto di fumo ha ridotto significativamente l’esposizione al fumo passivo tra i non fumatori e bambini, che potrebbe comportare ulteriori miglioramenti nella salute.

Più di un adulto su cinque in Gran Bretagna è un fumatore, con il 23 per cento degli uomini e il 21 per cento delle donne fumano regolarmente.

Ci sono 230.000 infarti ogni anno, di cui 123.000 sono adulti di età inferiore ai 75 anni.
Betty McBride, della British Heart Foundation, ha detto: ‘E’ una notizia brillante che una media di tre persone in meno al giorno vengono ricoverati in ospedale per un attacco di cuore.
‘Cosa c’è di più, vedremo più vantaggi in futuro, perché gli attacchi di cuore non sono l’unico modo che il fumo danneggia il cuore.

‘Si tratta anche aiutare le persone a smettere di morire prematuramente a causa di malattie correlate al fumo.’
Precedenti studi hanno dimostrato una riduzione nel numero di attacchi di cuore dal 14 al 17 per cento dopo che i divieti sono stati introdotti in Scozia e Irlanda del Nord.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

assumere cardioaspirina
Salute

Quando assumere la cardioaspirina

19 luglio 2017 di Notizie

I medici in genere consigliano di assumere cardioaspirina dopo che si è stati sottoposti a interventi al cuore causati da ictus o infarti. Di seguito una guida.