Alternativa per la Germania secondo partito: la Merkel si rovescia da sola

Esteri

Alternativa per la Germania secondo partito: la Merkel si rovescia da sola

alternativa per la Germania FP

La leader di Alternativa per la Germania all’attacco della cancelliera Angela Merkel. “Angela Merkel si rovescia da sola”, il commento di Frauke Petry.

Le elezioni regionali in Meclemburgo, in Germania, hanno incoronato Alternativa per la Germania come l’unico grande partito in grado di incrementare il proprio consenso. La Cdu della cancelliera Angela Merkel esce infatti con il 19% dei voti, ovvero con un consenso in ulteriore calo rispetto al già basso 23% delle consultazioni del 2011. Anche i socialdemocratici dell’Spd, vittoriosi in Meclemburgo con il 30,6%, devono comunque fare il confronto con il 35% ottenuto nel 2011.

Il governo tedesco illude i cittadini, secondo Frauke Petry

“Merkel è l’Spd illudono i cittadini” è la spiegazione data dalla leader di Alternativa per la Germania Frauke Petry. Non importa “che si tratti di finanza o di crisi dei migranti”, ha proseguito, i partiti al governo “sono sul punto di liquidare questo paese”. “Per questo”, è la conclusione, “le persone votano Afd”.

Alternativa per la Germania, alla prima prova elettorale per il parlamento regionale, ha raggiunto in Meclemburgo il 20,8%, diventando il secondo partito dietro l’Spd, ma davanti alla Cdu.

Più dietro ci sono il partito di sinistra Linke, che ha ottenuto il 13,2%, i Verdi (4,8%) e la formazione neonazista Npd (3%). Importante il dato relativo all’affluenza, che ha superato il 61%, in aumento di quasi 10 punti percentuali rispetto al 2011.

AfD unico partito in crescita, gli altri “per troppo tempo non hanno ascoltato gli elettori”

Quello emerso dalle urne del Meclemburgo è un contesto politico nel quale l’unico partito a incrementare il proprio consenso è stato proprio Alternativa per la Germania. Ma la leader Frauke Petry punta il dito contro gli errori politici del governo, asserendo che “Angela Merkel si rovescia da sola”. Per lei è “un tonfo non solo a Berlino, ma anche nel suo collegio elettorale del Meclemburgo”, frutto di una “catastrofica” politica sull’immigrazione. E, per quanto riguarda gli altri partiti, il vero problema, secondo Petry, è che “per troppo tempo non hanno ascoltato gli elettori”.

Nessuna replica da parte di Angela Merkel, al momento impegnata al G20 di Hangzhou in Cina.

La cancelliera, però, ha promesso che rilascerà oggi alcune dichiarazioni.

Il vice cancelliere Sigmar Gabriel (Spd) si è invece detto felice del risultato ottenuto in Meclemburgo, evidenziando “che solo poche settimane fa i sondaggi” davano l’Spd “poco sopra il 20%”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche