Altra sede Regione Lombardia, superato il Pirellone COMMENTA

A fine Dicembre 2009 dovrebbero concludersi i lavori per la costruzione del grattacielo più alto d’Italia: la nuova sede della regione Lombardia. Nella foto sopra potete vedere il rendering del progetto finito. Bello non c’è che dire. Anche se a Milano non mancano certo i palazzoni, forse avremmo preferito un po’ di verde o qualche pista ciclabile. Nella foto sotto invece i lavori ad oggi. Ce la faranno in poco meno di 6 mesi a completarlo?

Ma veniamo alla notizia. Il mastodontico grattacielo in zona Isola, raggiungerà i 127,40 metri di altezza, pari al Pirellone, venerdì sera alle 21.30. Per l’occasione sarà posta una “pietra di quota”, con incisa l’altezza dell’edificio e sopra posizionata una Madonnina di cantiere, miniatura della Madonnina del Duomo. La Madonnina di cantiere, affidata alle maestranze che stanno realizzando l’Altra Sede, resterà sempre nel punto più alto raggiunto dalla costruzione. Una copia definitiva verrà collocata sulla sommità dell’Edificio Pei-Cobb alla fine dell’anno, quando saranno terminati i lavori e il “gigante” avrà raggiunto quota 166 metri.

Leggi anche: Al Carroponte di Milano un mix di cinema e musica

E venerdì sera Regione Lombardia festeggerà questo ideale «passaggio di consegne» in altezza tra “Pirelli” e “Altra Sede” con un evento che i cittadini potranno seguire dai maxischermi posizionati nel piazzale antistante il Pirellone o al Belvedere del trentunesimo piano. «La costruzione dell’Altra Sede – ha detto il presidente Roberto Formigoni – rientra in quel programma di forte rilancio della città di Milano, deciso alcuni anni fa da Regione e Comune. Il primo intervento ad essere terminato sarà proprio questo, il che dimostra che le grandi opere si possono realizzare. Non siamo condannati al declino e neanche a rimanere fermi alle grandezze passate».

Leggi anche: Meteo, è allerta pioggia in Lombardia, da domani torna il bel tempo

Commenta per primo "Altra sede Regione Lombardia, superato il Pirellone"

Commenta

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato

*