Amazon books: apertura libreria a Seattle

Cultura

Amazon books: apertura libreria a Seattle

Amazon books: apertura libreria a Seattle
Amazon books: apertura libreria a Seattle

Il colosso Amazon si allarga: “Amazon books è un’estensione fisica di Amazon”.

Come annunciato dal vice presidente della società, Jennifer Cast, dopo “20 anni di esperienza nel settore per mettere insieme i benefici dello shopping online e di quello offline”, il gigante delle vendite online Amazon si estende. Verrà aperta a Seattle, nel lussuoso shopping center dell’ University Village, una libreria in cui poter trovare tra i 5 e i 6 milioni di libri.

Questa mossa della multinazione di Jeff Bezos lascia ovviamente spiazzati tutti. In un mondo, come quello editoriale, che appare da anni in rovina, puntare nuovamente sulla carta sembra un passo indietro e un azzardo. La distribuzione tradizionale, certo, permette al cliente non solo di toccare con mano ciò che vuole acquistare ma gli consente anche di usufluire della competenza di un personale che può aiutarlo nella scelta e nell’acquisto. Ora Amazon, con un magazzino di 185 metri quadri e un’estensione della libreria di metri 510, intende offrire “realmente” ai suoi visitatori anche queste possibilità.

Ma non solo. All’interno della libreria di Seattle, i clienti non dovranno piegarsi alla ricerca di un libro: le copertine saranno tutte in bella vista e i prezzi, garantisce Amazon, saranno identici a quelli della piattaforma online. Ovviamente Amazon, rispetto alle altre librerie tradizionali, potrà contare proprio sulla propria esperienza ventennale: negli scaffali saranno presenti solo quei libri selezionati per indice di gradimento, recensioni positive, dati di vendite già dall’ e-commerce. La libreria di Seattle difficilmente quindi si troverà incappata nel tradizionale problema dei testi invenduti e da spedire al macero.

Con Amazon Books si apre inoltre una nuova pagina per la multinazionale. Nella libreria un’intera sezione sarà dedicato ai libri preferiti dallo staff di Amazon stesso: in occasione dell’apertura, tra i testi consigliati figuravano quelli scelti direttamente da Jeff Bezos: “The Gift of Fear” di Gavin de Becker, “The Five Love Languages” di Gary Chapman e “Traps” il libro scritto dalla moglie dell’imprenditore statunitense, MacKenzie Bezos.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...