Amia: 100 indagati per blocco servizio rifiuti

Aziende

Amia: 100 indagati per blocco servizio rifiuti

L’emergenza rifiuti destabilizza il capoluogo siciliano. Nei giorni scorsi i dipendenti della società di raccolta immondizia Amia e Amia Essemme hanno bloccato il servizio mettendo a rischio la salute dei cittadini. Durante la protesta la Digos filmando i manifestanti è riuscita a rintracciare i nomi dei partecipanti. Cento operai sono finiti nel libro degli indagati per interruzione del servizio rifiuti. Ma i pm indagano. Qual è il motivo dello sciopero? La procura interroga gli amministratori straordinari dell’ Amia per capire se il Comune che ha affidato la raccolta all’azienda è in debito nei confronti della società. Le cause sono ancora oscure e intanto i cittadini di Palermo protestano per il rischio epidemia. Tonnellate di rifiuti sono rimasti accatastati vicino ai cassonetti. Amia interviene e aumenta i turni di raccolta per liberare la città, in particolare le zone più a rischio, le scuole, gli ospedali e le chiese.

Stefania Ditta

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...