Amici 2016: Sergio Sylvestre vittima di razzismo

Gossip e TV

Amici 2016: Sergio Sylvestre vittima di razzismo

Il gigante della squadra blu si lascia andare ad uno sfogo in cui ripercorre con dolore alcuni episodi della sua infanzia

E’ forse una delle voci più interessanti ad Amici di Maria De Filippi quella di Sergio Sylvestre, che con il suo timbro incanta ogni sabato sera migliaia di spettatori. Il cantante della squadra Blu si è sfogato durante l’ultimo Daytime ed ha parlato del suo passato, ricordando con dolore alcuni terribili episodi. Il ragazzo è stato infatti vittima di bullismo e di razzismo quando era più piccolo e quegli attacchi pesanti rendevano la sua vita un inferno, inferno da cui è riuscito a venire fuori proprio grazie alla sua passione per la musica. Il cantante racconta: “E’ pesante a quell’età essere vittima di razzismo, mi vergognavo anche a parlarne con mia mamma”. Sergio ha tenuto duro nonostante quelle persone meschine si approfittassero delle sue debolezze da bambino di 10 anni e lo bullizzassero quindi con la certezza che non avrebbe mai fatto i loro nomi.

Oggi Sergio è più forte e canta come un angelo, riuscendo ad esprimere l’arcobaleno di emozioni di una vita fatta di amore ma anche di tanta sofferenza.

Sarà proprio il bullismo il tema della semifinale di Amici, i ragazzi sono chiamati ad interpretare questo fenomeno tramutandolo in arte. Sergio ed Ale, gli unici due concorrenti rimasti nella squadra Blu, rappresenteranno la scena di un ragazzo che viene picchiato da alcuni bulli e successivamente salvato da un amico. Sarà una puntata da non perdere e che tratterà una tematica molto difficile ma purtroppo sempre attuale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche