Ammontano a 23 miliardi di euro all’anno i costi della burocrazia in Italia

Economia

Ammontano a 23 miliardi di euro all’anno i costi della burocrazia in Italia

Code in un ufficio postale
Code in un ufficio postale

Chi afferma che è l’articolo 18 a frenare gli investimenti in Italia, dovrebbe riflettere su questo dato: secondo la Cgia di Mestre, il costo della burocrazia per le piccole e medie imprese nell’espletare gli obblighi previsti dalla legge su lavoro, ambiente, fisco, privacy, sicurezza, prevenzione incendi, appalti e tutela del paesaggio, ammonta alla stratosferica cifra di 23 miliardi all’anno. Cui vanno aggiunti i 36 giorni necessari ogni anno per espletare questi adempimenti. Per far capire di cosa si stia parlando, basta adottare le parole di Giuseppe Bortolussi, segretario della Cgia di Mestre: “Se con un colpo di bacchetta magica fossimo in grado di ridurne il costo della metà, libereremmo 11,5 miliardi ll’anno che potrebbero dar luogo ad almeno 300mila nuovi posti di lavoro. Invece, tra il peso delle tasse e le difficoltà nel districarsi tra i meandri della burocrazia italiana, le imprese, soprattutto quelle di piccole dimensioni, continuano a perdere tempo e denaro”. Queste manchevolezze, hanno effetto negativo anche per l’immagine del nostro paese all’estero: “I tempi e i costi della burocrazia – afferma ancora Bortolussi – sono diventati una patologia endemica che caratterizza negativamente il nostro Paese.

Non è un caso che molti investitori stranieri non vengano qui da noi proprio per la farraginosità del nostro sistema burocratico. Incomunicabilità, mancanza di trasparenza, incertezza dei tempi ed adempimenti onerosi hanno generato un velo di sfiducia tra imprese private e Pubblica amministrazione che non sarà facile eliminare”. Da queste parole di puro buon senso, si evince che la disputa tutta ideologica sull’articolo 18, che sta impegnando allo spasimo le organizzazioni datoriali e i sindacati, suona del tutto lunare rispetto alle reali esigenze di un paese che se vuole veramente invitare imprenditori stranieri ad investire, deve lavorare, e molto, su burocrazia, infrastrutture e tutte le altre condizioni che possono agevolare la voglia di fare impresa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche