Amori platonici famosi nella storia

Sesso & Coppia

Amori platonici famosi nella storia

DANTE & BEATRICE.
DANTE & BEATRICE.

Dante & Beatrice, Paolo & Francesca, Petrarca & Laura ecc… Cosa accomuna queste coppie? Scopriamo insieme gli amori platonici famosi nella storia.

Quando parliamo di “Amore Platonico” intendiamo una particolare forma di amore che si avvicina al sublime grazie alla sensazione passionale e sessuale. L’amore platonico avvicina in modo fortissimo due anime ma non permette mai di congiungerle. Questa perchè nella maggior parte dei casi la persona che si innamora platonicamente non si svela alla persona amata per il timore del rifiuto e la storia d’amore non può iniziare. La letteratura e i romanzi pullulano di storia di amori platonici e amori distrutti. Scopriamole insieme.

Ecco gli amori platonici più famosi nella storia:

  • DANTE & BEATRICE: il loro fu uno degli amori platonici più famosi di sempre. La donna amata da Dante Alighieri è conosciuta come Beatrice, ma in realtà era figlia di Folco Portinari e si chiamava Bice. Dante e Beatrice si incontrano la prima volta quando hanno solo nove anni, poi si incontrano la seconda volta quando hanno diciotto anni e si salutano.

    Dante a quel punto però non può più fare nulla. Beatrice sposerà Simone dei Bardi e morirà di parto pochi anni dopo. Ciò che rende spettacolare questo amore è che Dante inserisce la sua amata all’interno dei Canti del Paradiso nella sua “Divina Commedia”.

  • PAOLO & FRANCESCA: il loro amore è talmente travolgente che dante Alighieri inserisce la loro storia nel Canto V dell’Inferno dedicato ai Lussuriosi della “Divina Commedia”. Francesca da Polenta era stata data in sposa allo zoppo Giovanni detto Gianciotto Malatesta, fratello di Paolo. Francesca per un malinteso si innamora di Paolo pensando fosse il fratello e l’amore diventa così forte da fare ingelosire lo sposo. Gianciotto per vendetta ucciderà i due amanti.
  • PETRARCA & LAURA: Francesco Petrarca incontra la figura femminile chiamata “Laura” il dì sesto del mese di aprile del 1327 nella chiesa di Avignone quando stava tornando dalla Messa del Venerdì Santo. Petrarca nomina la ragazza “Laura” in onore alla pianta che per il Dio della poesia Apollo era sacra.

    Petrarca perde completamente la testa per questa donna definita bellissima e somigliante a una creatura trascendentale. Le poesie dedicate al suo amore sono raccolte tutte all’interno del “Canzoniere”, uno dei suoi testi letterari più importanti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

coccinella
Animali

Cosa mangia una coccinella?

15 agosto 2017 di Notizie

A seconda della specie di appartenenza, la coccinella può mangiare larve, vari tipi di insetti, polline o funghi delle foglie.