Anche Guardiola sarebbe in lizza per la panchina dell’Inter del 2012-13

Inter

Anche Guardiola sarebbe in lizza per la panchina dell’Inter del 2012-13

Nei giorni scorsi, gli organi di stampa più disparati si erano divertiti mettendo in circolo le voci riguardanti alcuni degli allenatori più in voga del momento, accostandoli all’Inter. Ove Claudio Ranieri sta cominciando a raccogliere i frutti del lavoro messo in campo dal giorno del suo arrivo, tanto da aver portato l’Inter ad una distanza non più abissale dai vertici della classifica. Ciò, però, non è bastato per dissolvere le voci che continuano a girare sull’eventuale cambio di indirizzo tecnico che potrebbe essere deciso da Massimo Moratti per la prossima stagione. Dopo i nomi di Luciano Spalletti, proposto dalla rosea, di Massimiliano Allegri, cui avrebbe telefonato personalmente il patron e di Laurent Blanc, sponsorizzato dalla stampa transalpina, oggi la lista si arricchisce di un vero e proprio peso massimo, quel Pep Guardiola che rientra nei sogni proibiti (o meno) del presidente nerazzurro e del quale ormai, si parla da un paio di anni.

Il tecnico del Barcellona, infatti, secondo le indiscrezioni che provengono dalla Spagna, potrebbe decidere a fine stagione di lasciare la guida tecnica dei blaugrana per rimettersi in gioco su una nuova piazza in grado di dargli stimoli nuovi. E probabilmente anche per dimostrare agli scettici, coloro che legano le sue fortune a quelle di Messi, Xavi ed Iniesta, che gran parte del merito delle vittorie catalane è anche farina del suo sacco. Naturalmente, gli addetti ai lavori non ci hanno pensato troppo a fare due più due e hanno aggiunto Guardiola alla lista dei possibili aspiranti alla panchina dell’Inter per il 2012-13. Immaginiamo con quanta gioia da parte del povero Ranieri, il quale le sta provando tutte per riportare l’Inter all’altezza del suo blasone e che forse meriterebbe un minimo di rispetto e di difesa da parte di una società che sembra non badare troppo alle forme comunicative.

Pep Guardiola
Pep Guardiola

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche