Ancona, in arresto tre siriani con dei falsi passaporti

Cronaca

Ancona, in arresto tre siriani con dei falsi passaporti

Esercito nelle città (Fonte: cdt.ch)

Tre persone di origine siriana sono stati arrestati ad Ancona questa notte, poco prima che prendessero il treno delle 2.45 per Milano. La PolFer li ha bloccati dopo un controllo dei passaporti, che si sono scoperti falsi. Durante l’interrogatorio, i tre siriani hanno ammesso di essere arrivati a Bari illegalmente all’interno di un container e di aver acquistato i passaporti.

Ora, li aspetta un anno di carcere e in seguito saranno espulsi dal paese, secondo le norme di sicurezza decise dopo gli attentati di Parigi del 13 novembre scorso.

Sempre nella giornata di oggi, i due uomini arrestati ieri a Berlino sono stati rilasciati, dopo un accurato controllo è stato difatti confermato che non erano coinvolti in attività illecite, tanto meno erano legati allo Stato Islamico. Invece, il fermato a Bruxelles nella giornata di ieri è stato identificato come organizzatore degli attentati di Parigi, e per questo motivo è stato confermato l’arresto e sarà processato nel più breve tempo possibile.

In Francia sono poi riusciti a scoprire come i terroristi hanno reperito le armi utilizzate: provengono dalla Germania, vendute a un arabo di origine francese da un uomo che ora è in stato di arresto dalla polizia di Stoccarda. La vendita delle armi è avvenuta tramite varie mail, in cui si decideva la data e il prezzo.

Si tratterebbe di due AK-47 e due Zastava M70. L’uomo avrebbe incontrato il suo cliente sei giorni prima degli attentati, ma era già noto alle forze dell’ordine tedesche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche