Ancora suicidi per la crisi, a Torino come a Bari

Cronaca

Ancora suicidi per la crisi, a Torino come a Bari

La crisi economica e la perdita di lavoro continuano a fare vittime. A Torino, qualche giorno fa, si è tolto la vita un imprenditore ortofrutticolo perché oberato dai debiti. Ieri un’altra tragedia ha toccato il capoluogo piemontese. Un muratore di trentotto anni si è impiccato nel garage della sua abitazione perché aveva appena saputo di essere stato licenziato. A scoprire il corpo senza vita dell’uomo è stata la compagna, incinta al sesto mese ed ora ricoverata in stato di shock.

A Bari, nello stesso giorno, un imprenditore del marmo di Bitonto si è impiccato ad una trave del capannone della sua azienda. L’uomo aveva addosso un biglietto: “Lasciato solo nel momento del bisogno”. L’imprenditore di 60 anni, era sposato senza figli, e pare stesse attraversando un periodo difficile dal punto di vista economico.

1 Commento su Ancora suicidi per la crisi, a Torino come a Bari

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche