Come andare a cavallo senza sella

Come andare a cavallo senza sella

Guide

Come andare a cavallo senza sella

Ecco alcuni consigli preziosi per cavalcare a cavallo senza sella, evitando di incorrere in errori che potrebbero risultare fatali.

Cavalcare a cavallo senza sella è una delle ambizioni più diffuse fra coloro che amano l’equitazione, per le forti sensazioni che questo tipo di attività (estremamente pericolosa) può provocare. Questo tipo di attività è possibile svolgerla solo ed esclusivamente quando si genera un grande legame di fiducia tra il fantino e il cavallo. E’ una attività che potrebbe rendere il legame con il cavallo ancora più solido, ma non per questo è alla portata di tutti. Cavalcare a cavallo senza sella è possibile farlo solo quando si è pronti davvero, ed occorre una preparazione di base che richiede tempo e pazienza. Se non vi sentite sicuri o a vostro agio, il consiglio è quello di rimandare a tempi migliori. Bruciare le tappe potrebbe costare molto caro e mettere a repentaglio l’incolumità del fantino.

Chi vuole farlo deve comunque chiedere sempre un consiglio ai fantini più esperti che potranno darvi le dritte giuste per non commettere errori che potrebbero risultare fatali. Fatevi seguire da un istruttore veramente preparato, e procedete a piccoli passi.

Il dorso ampio e il garrese basso sono i due requisiti fondamentali che dovrà possedere il cavallo che volete cavalcare a pelo. Assicuratevi che si tratti di una bestia mansueta e che non ha mai dato segnali contrari.

Quando si inizia a cavalcare il cavallo senza sella è fondamentale non guardare mai in basso per evitare di perdere l’equilibrio. Quindi tieni sempre la testa dritta e alta. Voltati, mai bruscamente, per vedere la direzione dove vogliamo andare e poi usa le gambe per indicare la direzione al cavallo, solo dopo usiamo le redini. Tieni sempre le gambe nella posizione che occuperemmo se avessimo le staffe. Fai in modo che i talloni tocchino il cavallo, ma evita di esercitare una pressione intensa che potrebbe destabilizzarlo.

Può esserci utile anche usare la cinghia normalmente adoperata per le staffe e legarla al collo del cavallo, come risorsa da utilizzare nel caso in cui dovessimo perdere l’equilibrio.

E’ importante che il nostro corpo sia sempre rilassato. Ricordiamoci che i movimenti bruschi possono innervosire il cavallo e quindi adeguiamoci sempre ai suoi movimenti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*