Android: recuperare foto senza richiedere i permessi di root

Guide

Android: recuperare foto senza richiedere i permessi di root

root

Avete inavvertitamente cancellato delle foto e desiderate recuperarle senza intaccare i permessi di root? Ecco come fare.

Avete inavvertitamente cancellato delle foto dal vostro dispositivo mobile con sistema operativo Android? Tra queste immagini ve ne sono alcune alle quali siete particolarmente legati, e che vorreste recuperare? Nessun problema se disponete dei permessi di root, che vi consentono di accedere alla memoria remota del dispositivo e recuperare i dati perduti. Ma se non siete in possesso di tali permessi, oppure non vorreste entrare nel root per non far decadere la garanzia dell’apparecchio? Esistono dei metodi per recuperare delle immagini erroneamente cancellate da un sistema operativo Android senza essere costretti ad accedere al root dello stesso? Nelle righe che seguono, ve ne segnaliamo uno di sicuro affidamento, forse l’unico che offre reali garanzie senza intaccare la salute dell’apparecchio.
Il metodo più sicuro e affidabile consiste nell’affidarsi a un software di recupero dati, come Recupero Dati per Android di Apowersoft.

Il grande vantaggio di questi programmi, e in particolare di quello summenzionato, consiste nel fatto che, oltre alle foto, questi consentono il recupero di una vasta tipologia di dati: messaggi testuali o vocali, contatti rimossi dalla rubrica, file video o musicali. Per funzionare, Recupero Dati per Android deve essere scaricato e installato sul proprio dispositivo; successivamente, lo smartphone o tablet o phablet deve essere collegato a un PC tramite cavo USB. Nella homepage dell’applicazione, sarà sufficiente cliccare sul pulsante “Inizio/Avvia” per avviare la scansione dei dati perduti, quindi si dovrà autorizzare il trasferimento dei dati sul PC. Altri software che funzionano alla stessa maniera: Recuva, Wondershare Dr. Fone, DiskDigger, Dumpster, EaseUS MobiSaver for Android, T2J Foto Recupero. Grazie a questi semplici programmi, recuperare i ricordi più cari sotto forma di immagini – ma, ripetiamo, non solo – non sarà più un’utopia. Insomma, quello che, in buona misura, con i PC e altre tipologie di elaboratori elettronici sembrava poco meno di un’utopia, con le applicazioni legate ad Android è definitivamente realtà.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*