Animali: espressione ‘arrabbiata’ serve per scoraggiare l’avversario

Animali

Animali: espressione ‘arrabbiata’ serve per scoraggiare l’avversario

Chi non ha mai visto un gatto soffiare e gonfiare il pelo o un cane ringhiare mostrando i denti? Vi sarete allontanati al più presto! L’intento dell’animale è intimorire l’avversario sembrando più forte. Pare che anche nell’uomo vi sia lo stesso istinto, secondo un team di ricercatori, per i quali l’espressione arrabbiata, il dilatare le narici o scoprire i denti, sono un retaggio del nostro passato animale e sono proposte all’avversario solo con l’intento di scoraggiarlo.

Per avallare questa idea i ricercatori hanno pensato di smontare i sette movimenti muscolari che compongono l’espressione della rabbia e li hanno mostrati uno per uno ad un gruppo di soggetti reclutati per l’esperimento. I volti che sono stati presentati ai soggetti e nei quali vi era di volta in volta uno solo di questi movimenti muscolari e che quindi non potevano fare iindividuare quale fosse l’espressione originale, vennero identificati come sinonimo di forza, così fu dimostrato che vi è stata un’evoluzione dell’aggressività a favore della forza, in modo tale da minare il coraggio all’avversario.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche