Anna dei miracoli: dal film al cartone animato

Gossip e TV

Anna dei miracoli: dal film al cartone animato

Anna dei miracoli: dal film al cartone animato
Anna dei miracoli: dal film al cartone animato

Anna dei miracoli è un film del 1962 che è diventato anche un cartone animato nel 1981. Se non ve lo ricordate, ecco alcuni indizi utili.

Anna dei miracoli è un film del 1962 diretto da Arthur Penn che si basa sul rapporto tra Helen Keller, una bambina sordo – cieca dalla nascita e la sua insegnante Annie Sullivan.

La trama

Il film racconta la storia vera di Helen, una bambina sorda, cieca e che non parla sin dalla nascita. I genitori, proprio per via di questo sua condizione, assecondano ogni capriccio dandogliele tute vinte. In questo modo, la bambina non si sa comportare, è capricciosa, viziata e assume atteggiamenti bruschi, violenti distruggendo le cose.

I genitori pensano anche di farla rinchiudere, ma alla fine decidono di contattare un centro di Boston, dove l’insegnante Annie Sullivan, potrà prendersi cura di lei. La storia di Annie ricorda in parte quella di Helen. Cieca dalla nascita, ha trascorso anni in manicomio in condizioni atroci.

Sin da quando entra in contatto con Helen, capisce quanto la ragazzina sia intelligente, ma molto capricciosa, anche perché nessuno ha messo remore.

A questo punto, prova a instaurare con un lui un metodo di educazione che, nonostante il parere contrario dei genitori, dà i suoi frutti e la bambina riesce pian piano ad aprirsi. A questo punto, il rapporto tra le due si rafforza e la bambina comincia a imparare le cose giuste, come l’educazione e l’ubbidienza.

Il film è inevitabilmente molto potente, forte, con scene di lotta in cui l’insegnante cerca di imporsi, di farle imparare delle cose, di insegnarle la disciplina. La storia di LHellen Keller è anche protagonista di un manga: Il grande sogno di Maya di Miuchi. In questo manga, la protagonista, la protagonista che sogna di diventare attrice, recita il ruolo di questa bambina.

Il cartone animato

Dal film si passa al cartone animato che porta lo stesso titolo.

Il cartone è del 1981 e racconta la storia di questa bambina che, in seguito alla febbre, diventa cieca, sorda e non riesce più a parlare. Il cartone, sebbene sia molto triste, è un inno alla speranza, alla positività, alle cose belle. Un messaggio di vita da raccogliere e fare nostro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche