Anna Tatangelo nuda per la Lilt, scatena polemiche sui social network COMMENTA  

Anna Tatangelo nuda per la Lilt, scatena polemiche sui social network COMMENTA  

Anna Tatangelo
Anna Tatangelo

Non si placano le polemiche sulla foto di Anna Tatangelo, che la ritrae nuda per richiamare la forte attenzione sull’esigenza delle donne di prendersi cura del proprio seno, sottoponendosi a controlli periodici. La campagna è stata promossa dalla Lilt, la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (Lilt) che ha scelto come testimonial Anna Tatangelo, mostrata nuda con le braccia a protezione del seno, per sensibilizzare le donne verso una maggiore attenzione verso la prevenzione ai tumori.

Secondo la Lilt  l’ abbraccio simboleggia il gesto più intimo per dire: “Mi voglio bene, per questo mi prendo cura della mia salute”, e l’invito a tutte le donne a fare altrettanto”.

Anna Tatangelo ha difeso l’iniziativa della Lilt e la scelta di sposare la sua causa: ‘La prevenzione deve diventare uno stile di vita tutte/tutti noi dobbiamo capire che basta poco: ritagliarsi del tempo con appuntamenti fissi, calendarizzati, per controllare la nostra salute e vivere meglio, e, soprattutto, non rischiare di accorgerci troppo tardi del male.

Scoprendo un carcinoma al di sotto del centimetro, la probabilità di guarire sale di oltre il 90% e questo permette altresì di poter eseguire interventi conservativi, che non provocano sensibili danni’.

Molte donne anche attraverso fb hanno aspramente criticato il ricorso ad un immagine che rievoca contenuti erotici per focalizzare l’attenzione sulla prevenzione, e per questo ne hanno chiesto l’immediato ritiro dei manifesti al ministro Beatrice Lorenzin.Per attirare l’attenzione verso l’argomento non occorre spogliarsi – sostengono i detrattori della campagna Lilt – facciamo togliere questa foto inappropriata per il tema trattato.

Sta meglio in un calendario sexy! E`offensiva per le donne che hanno avuto problemi di salute’.

La Lilt non ha tardato a rispondere, rispedendo le accuse al mittente e difendendo la propria scelta: ‘ La nostra scelta è assolutamente in linea con i messaggi che la Lilt cerca di diffondere: la cultura della prevenzione come metodo di vita.

L'articolo prosegue subito dopo

La campagna, infatti, parla alle donne sane, soprattutto alle giovani, perché arrivare prima significa salvarsi la vita e proteggere il seno, considerato il simbolo della femminilità’. Ed Anna Tatangelo è una giovane donna e mamma attenta ai corretti stili di vita e, quindi, perfetta testimonial per il target a cui la campagna prioritariamente si rivolge
‘.

 

Leggi anche