Anniversario Gaetano Scirea, come è morto COMMENTA  

Anniversario Gaetano Scirea, come è morto COMMENTA  

Gaetano_Scirea

Gaetano Scirea: il campione di umiltà e mai dimenticato avrebbe compiuto 62 anni.

Un tragico incidente lo strappò alla famiglia e a tutto il mondo il 3 settembre del 1989.

Gaetano Scirea campione fuori e dentro i campi di gioco avrebbe compiuto oggi 25 maggio 2015 i suoi 62 anni, ma purtroppo il difensore Campione del Mondo nel 1982 morì il 3 settembre 1989 in un tragico incidente stradale in Polonia.


Quella maledetta domenica di settembre Scirea era in viaggio per assistere ad una partita del Gornik, che sarebbe stato il prossimo avversario della Juventus in Coppa Uefa, ma durante il tragitto l’auto su cui era a bordo una Fiat 125 carica di taniche di benzina sbandò sull’asfalto bagnato e si scontrò frontalmente con un furgone andando in fiamme. Scirea morì per le ustioni diffuse di terzo grado.


L’incidente fu provocato per una manovra molto azzardata dell’autista che sorpasso due Tir per poi scontarsi contro il furgone proveniente dalla corsia opposta, il tutto all’altezza di Babsk dove insieme all’ex calciatore della Juventus all’epoca vice allenatore di Zoff, morirono anche lo stesso autista e l’interprete, mentre l’altro passeggero rimase ferito.


In quel tragico incidente l’Italia calcistica perdeva un simbolo di umiltà e massima professionalità, un calciatore ed un uomo che sia in campo che fuori è sempre stato un antidivo, preferendo i fatti alle parole, unico nel suo genere è stato uno dei difensori più forti che il mondo del calcio abbia mai conosciuto; elegante nel suo modo di giocare e mai banale Gaetano Scirea resterà per sempre nella memoria di tutti gli amanti del calcio e nonostante la tragica morte, va ricordato oggi che avrebbe compiuto 62 anni.

L'articolo prosegue subito dopo


 

Leggi anche

About Patrizio Annunziata 924 Articoli
Vivere di calcio e sport con passione cercando sempre di essere imparziale e raccontare solo e senza mezzi termini la pura realtà dei fatti per rendere un servizio degno ai lettori.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*