Annunci illegali su Google, il colosso non rinuncia ai soldi

Annunci illegali su Google, il colosso non rinuncia ai soldi


Annunci illegali su Google, il colosso non rinuncia ai soldi
Ma le pubblicità dei prodotti incriminati sono state prontamente rimosse dal motore di ricerca

Google ha guadagnato con la pubblicità di prodotti illegali, generata dal suo sistema automatico a bandierine. Lo ha scoperto la Bbc.

Tra gli annunci incriminati ci sono quelli di rivenditori non ufficiali dei biglietti delle Olimpiadi di Londra 2012, oltre che quelli di trafficanti di cannabis e venditori di false identità.

Annunci che sono stati prontamente rimossi dal web da Google dopo la segnalazione della Bbc.

Il portale ha eliminato i link ai rivenditori non ufficiali di biglietti per i Giochi Olimpici dopo una richiesta della polizia.

Il colosso dei motori di ricerca, il gigante di Mountain View, ha però fatto sapere che la compagnia non si priverà del denaro guadagnato con questa pubblicità illegale prima della rimozione degli annunci.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche