Antartide e riscaldamento globale: il ghiaccio si scioglie COMMENTA  

Antartide e riscaldamento globale: il ghiaccio si scioglie COMMENTA  

Riscaldamento globale e scioglimento dei ghiacci. Le ultime foto della Nasa mostrano che l’Antartide sta scomparendo a una velocità mai vista prima d’ora.

L’Antartide sta sparendo. E’ quanto risulta dalle ultime foto scattate dalla missione IceBridge della Nasa. Le immagini, che risalgono all’inizio di questo mese di novembre, sono delle riprese dalla Getz Ice Shelf, una calotta di ghiaccio antartica che, secondo quanto ha spiegato Nathan Kurtz, fra i ricercatori della missione, “sta subendo uno dei più alti tassi di scioglimento di tutta l’Antartide“.

La calotta, stando alle ultime foto, è destinata in tempi tutto sommato brevi a staccarsi dal continente di ghiaccio trasformandosi in un iceberg. Le spaccature che si vedono nelle immagini di fatto confermano le più recenti rilevazioni della Nasa, in base alle quali si starebbe verificando, in generale, un ritiro dei ghiacci ad una velocità mai vista prima d’ora. Un fenomeno che potrebbe avere conseguenze sul clima di tutto il pianeta.

Leggi anche: Si riduce il buco nell’ozono, dati elaborati dal Mit


Antartide a rischio significa Terra a rischio

 

Sarebbe soprattutto la zona occidentale dell’Antartide ad essere coinvolta nel processo di scioglimento dei ghiacci. Qui, la calotte che ricoprono il terreno tendono a perdere il contatto con quest’ultimo, fino a liberarsi in mare. Il ghiacciaio Smith, ad esempio, fra i più critici, si sarebbe ritirato di quasi 2 chilometri negli ultimi vent’anni, così come il Kohler, che però avrebbe subito la variazione in soli cinque anni dal 2011.

Leggi anche: Operazione di salvataggio in Antartide portata a termine


Secondo i più aggiornati modelli climatici, lo scioglimenti dei ghiacciai produrrebbe variazioni devastanti sull’ecosistema mondiale, soprattutto innescando un cambiamento drastico nella salinità degli oceani. Non è da meno, quanto a scioglimento dei ghiacci, la zona del Mar Glaciale Artico, dove già a giugno di quest’anno era stato lanciato un allarme: secondo i dati del National Snow and Ice Data Centre degli USA, l’estensione dei ghiacci si è ridotta dal 12% rispetto alla media degli ultimi trent’anni.


A fronte di quelli che in molti ritengono evidenti conseguenze del riscaldamento globale, è al momento in corso a Marrakech, in Marocco, la Conferenza Mondiale sul Clima, la COP 22. Circa duecento rappresentanti di altrettanti paesi del mondo sono riuniti al fine di trovare un piano d’azione comune per rendere operative le misure generali condivise un anno fa a Parigi in occasione della COP 21.

L'articolo prosegue subito dopo


 

Leggi anche

air-visual-earth
Ambiente

Air Visual Earth: ecco la mappa mondiale dell’inquinamento

E' online la prima mappa mondiale dell'inquinamento dell'aria, si chiama Air Visual Earth. A crearla un team internazionale di ricercatori. Si chiama Air Visual Earth ed è la prima mappa mondiale che mostra la qualità dell’aria del nostro pianeta. Per la prima volta, una rappresentazione di questo genere è stata resa disponibile online. Air Visual Earth mostra in tempo reale la situazione dell’inquinamento sulla superficie della Terra. E’ stata predisposta da un gruppo di ricercatori di vari Paesi, che hanno lavorato sotto il coordinamento di Yann Boquillod, mettendo assieme i dati rilevati dai satelliti e da circa 8 mila stazioni Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*