Antartide: misteri e leggende

Viaggi

Antartide: misteri e leggende

Lago di Vostok, Time gate sono tra i più celebri misteri e leggende che popolano la storia del continente antartico

Il continente antartico insieme ai ghiacciai e fondali oceanici è il continente più misterioso del mondo, fu scoperto nel 1820, quando una spedizione di scienziati e di ricercatori approdò sull’enorme masso di ghiaccio pe esplorare la superficie ed il sottosuolo. Il continente antartico ha la superficie visibile costituita da un masso di ghiaccio sotto il quale si nascondono strati di ghiaccio e acqua allo stato liquido e fondali oceanici ancora inesplorati e misteriosi, che esercitano un fascino sul mondo scientifico. Se inizialmente le spedizioni degli scienziati erano condotte soprattutto per scopi militari, oggi le varie nazioni del mondo hanno impiantato sul continente antartico diverse basi scientifiche, per portare avanti progetti di ricerca come quelli aventi ad oggetto il comportamento dei venti a quota elevata e sulle rilevazioni delle temperature polari, eseguendo carotaggi estraendo porzioni di ghiaccio dal suolo.

Ci sono molti che ritengono che numerosi sono i misteri che rendono il continente Antartide una sorta di X-File per i numerosi eventi non convenzionali che si manifestano su questa terra di ghiaccio, a cominciare dal lago di Vostok.

Il Lago Vostok è il più grande lago subglaciale del continente antartico, un enorme bacino d’acqua coperto da circa 4000 metri di ghiaccio: i ricercatori hanno sempre ipotizzato che sotto la massa di ghiacciai dell’Antartide esistessero laghi subglaciali. L’esistenza del Lago Vostok in prossimità della omonima stazione in Antartide orientale, fu avanzata nel 1960 da Andrei Kapitsa, noto esploratore antartico. Ma la conferma dell’esistenza è arrivata solo nell’anno 1993 quando un laser satellitare è stato capace di misurare le deformazioni della coltre di ghiaccio che ha sepolto il Lago di Vostok per ben 15 milioni di anni. Esplorare le acque del Lago Vostok sarebbe una vera scoperta utile e straordinaria per l’umanità che si interroga sul passato geologico terrestre e sugli organismi vitali che sono esistiti e di quelli ancora (eventualmente) in vita.

La domanda lecita: “E’ possibile trovare dei fossili viventi?”

Altro mistero del continente antartico è quello della “tempesta” del Time Gate, tante le narrazioni e le leggende che si sono susseguite nel tempo: il 27 gennaio 1996, mentre un gruppo di ricercatori americani e inglesi stava svolgendo delle ricerche, la ricercatrice Mariann McLein dichiarò di aver assistito ad un inconsueto vortice di nebbia grigia. Se, inizialmente, si ipotizzò una tempesta di sabbia, nel corso del tempo si suppone che il vortice elevatosi sul Polo Su sia un “buco” spazio-temporale previsto dalla fisica quantistica che teoricamente consentirebbe di penetrare dentro altre dimensioni temporali. Ad oggi è in corso uno studio sul fenomeno del 27 gennaio 1996 anche da parte del Governo americano, oltre che dalla comunità scientifica.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...