Anticipazioni spin-off Criminal Minds COMMENTA  

Anticipazioni spin-off Criminal Minds COMMENTA  

La CBS  tenta di lanciare un nuovo spin-off di Criminal Minds. Il progetto, ancora senza titolo, sarà incentrato su una differente divisione del Federal Bureau of Investigation (FBI), che si occuperà di aiutare i cittadini americani in difficoltà, al di fuori dei confini statunitensi.

Leggi anche: Olanda, il Paese della felicità. Il segreto? Lavorare mezza giornata e poi dedicarsi allo sport

La puntata pilota andrà in onda, come diciannovesimo episodio dell’attuale decima stagione di Criminal Minds, non prima di Febbraio. Il produttore esecutivo Erica Messer, si sta occupando dello script dello spin-off, insieme a Mark Gordon e Nick Pepper.

Come la serie originale, anche questa sarà prodotta da ABC Studios, CBS Television Studios e la Mark Gordon Company. Per CBS, questo è il secondo tentativo di lanciare uno spin-off per Criminal Minds, il primo fu nella stagione 2010-2011 con “Comportamento Sospetto”, interpretato da Forrest Whitaker e Janeane Garofalo, ma venne cancellato dopo 13 episodi.

Tuttavia, Sembra aver avuto un risultato positivo quello già lanciato, sempre da CBS,  per CSI ed un altro per NCIS che andrà in onda a Marzo.

L'articolo prosegue subito dopo

Nella puntata pilota di Criminal Minds, ci sarà Tyler James Williams, attore di The Walking Dead, nel ruolo di Monty, un tecnico analista, che aiuterà la squadra da casa, mentre quest’ultima è in azione all’estero, coordinata da Gary Sinise che, come preannunciato, interpreterà Jack Garrett.

Leggi anche

Maria Elena Boschi piange per la sconfitta al Referendum
Attualità

Maria Elena Boschi piange per la sconfitta al Referendum

Nel cuore della notte Maria Elena Boschi scoppia a piangere. E piange per l'esito del referendum costituzionale. Maria Elena Boschi (Montevarchi, 24 gennaio 1981) è una politica italiana, il Ministro senza portafoglio per le Riforme Costituzionali e i Rapporti con il Parlamento con delega all'attuazione del Programma di Governo nel Governo Renzi dal 22 febbraio 2014. Due lacrime scivolano sulle sue guance rosa facendo colare anche un po’ di rimmel. Piange in un comprensibile miscuglio di rabbia e delusione. Ecco, l’incredulità. Appena due anni fa, negli indici di gradimento, Maria Elena Boschi era il ministro più popolare del Paese: la madrina di ogni riforma compresa quella più importante, quella della Costituzione, e Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*