Anticipi Serie A: Chievo ok, spettacolo a Firenze - Notizie.it

Anticipi Serie A: Chievo ok, spettacolo a Firenze

Calcio

Anticipi Serie A: Chievo ok, spettacolo a Firenze

Fiorentina-Atalanta 2-2. Un tempo per parte, ma alla fine i rimpianti sono tutti degli ospiti. Fiorentina ed Atalanta si spartiscono la posta in uno dei tre anticipi della 16° giornata, non risolvendo i rispettivi problemi e soprattutto non riuscendo a staccarsi dalla parte medio-bassa della classifica. Entrambe le squadre comunque hanno giocato per vincere, seppur solo a tratti, anche se è inevitabile che la Dea, passata dallo 0-1 al 2-1 tra l’80’ e l’85’, si mangi le mani per aver subito il definitivo pareggio firmato Jovetic a due dalla fine, in un’azione viziata da un millimetrico fuorigioco di De Silvestri e da un fallo di mano forse involontario dello stesso autore dell’assist vincente. Secondo pareggio della gestione Rossi, ma la Fiorentina è ancora lontana dal risolvere i suoi problemi: ad un primo tempo nel complesso positivo, infatti, in cui oltre al gol di Gilardino che al 9’ gira a rete un bel cross dalla sinistra di Vargas tornando a segnare dopo un digiuno che durava dalla prima giornata si era vista una manovra finalmente fluida e convincente, favorita anche dal dinamismo di Amidu Salifu, il migliore dei viola nonostante fosse all’esordio da titolare in Serie A, ha corrisposto un secondo tempo troppo timido, in cui la squadra ha pensato solo a proteggere l’esiguo vantaggio prima di tirare fuori l’orgoglio nel finale.

Decisiva l’uscita per infortunio al 5′ di Vargas, fino a quel momento uno dei migliori tra i viola.

E l’Atalanta? L’esatto contrario: inizio gara contratto, forse condizionata dalle dichiarazioni di Colantuono, disposto ad accettare serenamente un pareggio e primo tempo troppo prevedibile con i lanci per Denis come unica soluzione. Nella ripresa i bergamaschi cambiano marcia alzando il baricentro ed assediando l’area viola: Schelotto sfiora il pareggio di testa imitato da Denis poi Colantuono azzecca i cambi con Marilungo per uno spento Moralez e Denis, con un compagno d’attacco a fare movimento, ha potuto liberarsi. Così dopo l’1-1 di Masiello, autore di una bella volée dai venti metri su azione d’angolo ecco il sorpasso firmato di testa proprio dal Tanque su cross di Schelotto. Ma la Fiorentina non ci sta ed evita in extremis una sconfitta “pericolosa”. Chissà se Colantuono è ancora contento del pareggio…

Fiorentina-Atalanta 2-2
Marcatori: 9’ Gilardino; 81’ A.

Masiello; 85’ Denis; 88’ Jovetic
Fiorentina: Boruc; De Silvestri, Gamberini, Natali, Pasqual; Behrami, Salifu (65’ Kharja), A. Lazzari, Vargas (51’ Romulo); Gilardino (77’ Babacar), Jovetic. (Neto, Natali, Munari, Cerci). All.: D. Rossi.
Atalanta: Consigli; A. Masiello, Lucchini, Manfredini, Peluso; Schelotto, Cigarini, Carmona, Padoin (56’ Marilungo); Moralez (66’ Bonaventura); Denis. (Frezzolini, Ferri, Bellini, Minotti, Gabbiadini). All: S. Colantuono.
Arbitro: Peruzzo (Schio)
Ammoniti: Behrami, Cigarini e Masiello.

Chievo-Cagliari 2-0. E’ stata tutta una questione di tridenti, Chievo-Cagliari: quello veronese, questa volta autentico e senza un centrocampista di rottura nel ruolo di trequartista, ha funzionato a meraviglia mentre il trio d’attacco dei sardi ha fatto flop, finendo per zavorrare una squadra condizionata dalle assenze dei due uomini faro, Conti e Cossu. Sta tutto qui il succo del 2-0 con cui la squadra di Di Carlo si sbarazza di un Cagliari volenteroso ma sterile volando a quota venti punti, già metà o forse più del cammino salvezza quando mancano ancora quattro giornate alla fine del girone d’andata.

Protagonista della giornata Cyril Thereau: il francese, schierato dietro la coppia Paloschi-Pellissier, ha firmato una partita con i fiocchi, mostrando tutte le qualità che deve possedere un trequartista, mobilità, visione di gioco e tocco unite al senso del gol, quello che gli ha permesso di sbloccare al 35’ su assist di Pellissier una partita fino a quel momento bloccata.

Il raddoppio arriva al 12’ della ripresa ispirato ancora da Thereau che fugge sulla sinistra e mette in mezzo per l’accorrente Sardo che insacca. Il Cagliari, schierato nel primo tempo con un inedito e fallimentare 4-4-2, prova a reagire e chiude in avanti: Ariaudo impegna di testa Sorrentino, fino a quel momento inoperoso eccetto una punizione di Thiago Ribeiro ed un tiro dalla distanza di Biondini. Ballardini ripartirà da qui: ma anche da un paio di acquisti in attacco a gennaio senza i quali ci sarà da soffrire.

Chievo-Cagliari 2-0
Marcatori: 35’ Thereau; 57’ Sardo
Chievo: Sorrentino; N.

Frey, Cesar, Andreolli, Dramè (36’ Dramè); Luciano, P. Hetemaj, Bradley; Thereau (78’ Sammarco); Pellissier (84’ Vacek), Thereau. (Puggioni, Jokic, Morero, Sammarco, , Moscardelli, Uribe). All.: D. Di Carlo.
Cagliari: Agazzi; Pisano (60’ Perico), Canini, Ariaudo, Agostini; Ibarbo, Biondini (88’ Murru), Nainggolan, Cepellini (59’ Rui Sampaio); Larrivey, Thiago Ribeiro, Ibarbo. (Vigorito, Gozzi, Dametto, Mannoni). All.: D. Ballardini.
Arbitro: Giancola (Vasto)
Ammoniti: Biondini, Agostini, Luciano e Frey.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche