Anticipi Serie A: vittorie-salvezza per Atalanta e Cagliari

Calcio

Anticipi Serie A: vittorie-salvezza per Atalanta e Cagliari

Poche reti e poco spettacolo nei due anticipi della 34^ di A, ma Atalanta e Cagliari fanno un passo decisivo verso la salvezza.

Atalanta-Chievo 1-0 (72’ Moralez). Vittoria doveva essere e vittoria è stata per la Dea che commemora nel modo migliore il bergamasco Morosini: la corsa sotto la curva, incurante della pioggia, di mister Colantuono a fine partita suggella una salvezza ormai in cassaforte al termine di una stagione tribolata ma mai sofferta. Partita a senso unico quella contro un Chievo raggiunto in classifica dai neroblu e parso lontano parente della squadra che si era battuta con vigore contro Milan ed Udinese. Nonostante i tanti cambi di formazione operati da Di Carlo i veronesi non entrano di fatto mai in partita, difendendosi in maniera troppo passiva: un solo tiro di Cruzado nel primo tempo ed un contropiede vanificato da Pellissier non possono spaventare un’Atalanta concentratissima e trascinata dal duo argentino Schelotto-Moralez.

Il primo inventa, il secondo trasforma: lo schema aveva funzionato anche in avvio ma El Frasquito si fa pescare in fuorigioco sul cross del levriero mentre il gol partita arriva a metà ripresa quando l’ennesima discesa di Schelotto invece di pescare Denis trova Moralez che s’inventa un pallonetto di sinistro che non lascia scampo a Sorrentino per il primo gol “casalingo” dell’argentino. Reazione inesistente dei gialloblù, così dopo otto mesi a tutta l’Atalanta può tirare il fiato.

Cagliari-Catania 3-0 (21’ Thiago Ribeiro; 74’ Pinilla; 94’ Ibarbo). Più che una squadra alla ricerca dell’Europa, il Catania sembra avere già la testa alle vacanze, o forse solo al derby di sabato pomeriggio contro il Palermo. Sarà stato forse il clima ovattato dello stadio Rocco di Trieste, scenario irrealistico tra due squadre isolane che si sono dovute sobbarcare duemila chilometri, ma i rossazzurri di Montella confezionano la peggior prestazione dell’anno, condizionati magari dalle tensioni societarie, e dicono forse addio ai sogni continentali.

Il Cagliari ringrazia e dopo la vittoria dell’andata fa il pieno avvicinandosi alla salvezza. Siciliani mai in partita: hanno vinto le classiche “motivazioni” di chi aveva più bisogno di punti. Sbloccata la partita al 21’ con un destro senza pretese di Thiago Ribeiro che trova la collaborazione dell’incerto Terracciano, il Cagliari controlla senza accelerare e rischia solo in un’occasione quando Bergessio si divora letteralmente il pareggio perdendo l’attimo solo davanti ad Avramov. Nella ripresa Ficcadenti punta su Ibarbo, già match winner all’andata, e viene ripagato: una cavalcata del colombiano frutta il raddoppio di Pinilla prima del tris in pieno recupero dello stesso Ibarbo. Tra dieci giorni al Rocco sarà di scena la Juventus nel probabile scudetto-day: ma gli spalti avranno ben altri colori ed entusiasmo…

Classifica: Juventus 71; Milan 68; Lazio 55; Udinese 52; Napoli 51; Roma 50; Inter 49; Catania 46; Atalanta (-6), Chievo 43; Siena 42; Palermo, Bologna, Parma, Cagliari 41; Fiorentina 38; Genoa 36; Lecce 35; Novara 25; Cesena 22.

(in neretto le squadre con una gara in più).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche