Antitrust chiude Private Outlet

Antitrust chiude Private Outlet

Se su Google si digita “Moda Online” state certi che avrete pagine e pagine da scandagliare..e migliaia di abiti, prezzi e colori tra cui scegliere.

Ma non è sempre tutto oro quel che luccica e spesso dietro un affare..c’è una bella beffa!

Questo è quello che è successo agli acquirenti di Private Outlet, bloccato preventivamente dall’Antitrust con l’accusa di non consegnare la merce scelta o di recapitare capi che non corrispondevano alle caratteristiche indicate dal sito internet.

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha redatto un comunicato

«Si tratta del primo provvedimento di blocco deliberato dall’Antitrust, reso possibile grazie alla collaborazione con il Nucleo Speciale
Tutela Mercati della Guardia di Finanza, in applicazione del Codice del Consumo e del Decreto legislativo sul commercio elettronico»….«La
decisione è stata adottata nei confronti della società Private Outlet che,
attraverso il proprio sito Internet, avrebbe diffuso contenuti in grado di
indurre in errore i consumatori sulla disponibilità dei prodotti offerti in
vendita. Private Outlet vende online prodotti di moda e del c.d. Lifestyle
riconducibili a griffe molto famose con sconti fino al 70% rispetto ai prezzi di listino».

«Dalle segnalazioni ricevute è emerso che in numerosi casi la società non avrebbe consegnato ai clienti la merce acquistata tramite il sito
internet della stessa e, nei casi di avvenuta consegna, non avrebbe rispettato i termini indicati al consumatore dopo l’acquisto, o avrebbe consegnato merce diversa da quella ordinata»

«L’Antitrust – ha ritenuto che gli elementi raccolti fossero sufficienti per intimare alla società, che non ha mai interloquito con gli uffici dell’Autorità, di sospendere ogni attività diretta a diffondere i contenuti del sito. Per garantire l’efficacia della misura cautelare, a tutela dei consumatori, l’Autorità ha realizzato il concreto oscuramento del sito, assicurato dal Nucleo Speciale Tutela Mercati della Guardia di Finanza, che ha comportato il blocco delle connessioni al sito stesso da tutto il territorio nazionale».

Ma non disperate, ci sono siti per fashion addicted molto affidabili a cui rivolgersi come Yoox e Asos.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...