Aosta: quattro ricette tipiche

Viaggi

Aosta: quattro ricette tipiche

cucina

 

Vediamo quattro ricette tipiche della tradizione culinaria della Valle d’Aosta, tra zuppe, carni e formaggi deliziosi valdostani.

La cucina valdostana, della Valle d’Aosta, è una cucina basata soprattutto sui prodotti del territorio, in cui i frutti della terra diventano capisaldi di gustosi piatti tradizionali da gustare in diverse ricette. La cucina valdostana è influenzata dalla cucina francese e tra i prodotti principali vi si trovano i formaggi e la selvaggina; vi ricorrono spesso piatti come zuppe, sughi e spezzatini.

Vediamo, quindi, quattro ricette tipiche valdostane tra antipasti, primi piatti e secondi piatti.

Tra gli antipasti troviamo gli Alpenball: palle di polenta con all’interno la toma di Gressoneye, un formaggio tipico. Basterà preparare la polenta (di farina di mais), aspettare che sia tiepida e formare delle polpettine. All’interno di ogni pallina inserirete un po’ di toma e un po’ di burro. Il tutto andrà poi in forno per circa una ventina di minuti.

Tra i primi vorrei far notare la zuppa valpellinese, una deliziosa zuppa dal gusto unico.

Basterà far cuocere un po’ di lardo nel burro e in seguito la verza, aggiungere un pizzico di cannella, dei chiodi di garofano e noce moscata. Una volta tostate delle fette di pane posatele su uno strato di verza, aggiungete la fontina e continuate così per qualche strato. Da aggiungere poi il brodo e da infornare per 40 minuti.

Un altro primo è la fonduta valdostana. In una terrina bisognerà mescolare la fontina a dadini e il latte e lasciarli riposare per 5 ore. Lasciato riposare il tutto basterà scaldare il formaggio a bagnomaria con un po’ di latte e inserire 4 tuorli d’uovo; da degustare con il pane tagliato a dadini.

Tra i secondi piatti abbiamo la Carbonada, un ottima pietanza a base di carne di manzo. In una padella fatefar rosolare la pancetta con la cipolla poi aggiungete il burro e la carne tagliata a striscioline sottili con un po’ di farina, sale pepe e noce moscata.

Aggiungere un po’ di vino e servire.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche