App iPhone per pagare con smartphone

Guide

App iPhone per pagare con smartphone

Le app iPhone per pagare tramite uno smartphone sfruttano la tecnologia NFC, ovvero “comunicazione a campo ravvicinato” (Near Field Communication). In pratica, a differenza del POS nel quale si deve strisciare la carta affinché legga la banca magnetica, o nel quale si inserisce la carta chip, la tecnologia contactless richiede di avvicinare il mezzo di pagamento, in questo caso un cellulare, al lettore affinché si sfruttino onde radio per la riuscita della transazione.

Avvicinando lo smartphone al lettore il pagamento è immediato e facile e, per sicurezza nei confronti dell’utente, in caso di transazioni di importo maggiore ai 25 euro, sarà richiesto il pin e si dovrà firmare la ricevuta. Tutto molto facile e si evita il contante.

Scaricando una app iPhone si può attivare la possibilità di pagare con lo smartphone dopo la sua abilitazione. In questo modo il cellulare è utilizzabile come mezzo di pagamento quale una carta bancomat, di credito o prepagata.

Perché avvenga l’abilitazione, il cellulare deve funzionare con una sim speciale collegata a un istituto di credito che fa parte dei vari circuiti di pagamento, quali Visa o MasterCard.

Tuttavia bisogna aggiungere che, trattandosi comunque di uno strumento di pagamento, benché sotto forma di cellulare, la app iPhone per il contactless ha pur sempre un costo legato alle condizioni stipulate con la banca o con il circuito che ha rilasciato questo portafoglio digitale. È bene ricordare che, nonostante ci si possa rifare a circuiti finanziari internazionali, si deve anche procedere all’apertura di un conto corrente sul quale addebitare le transazioni, che in Italia ha notoriamente dei costi alti.

Inoltre, si sta ancora dibattendo sulla sicurezza della tecnologia contactless che è già presente nei cellulari NFC presenti sul mercato dal 2012. I pericoli sono legati ai cavalli di troia che possono intaccare il cellulare alla ricerca di dati personali dell’utente, come avviene già con il phishing.

Inoltre, come si vede estremizzato nei telefilm, esiste già una tecnologia concorrente per sottrarre i dati del mezzo di pagamento tramite il furto di dati da distanza ravvicinata.

Questo vuol dire che anche il proprio smartphone abilitato al contactles, deve essere custodito con attenzione, come fosse un vero e proprio portafoglio. Si deve attivare la app Iphone solo quando serve e il sistema del cellulare deve essere protetto da un buon antivirus.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


traduttrice; lingue di lavoro: inglese, francese, tedesco