App moments Facebook, come funziona riconoscimento volto

Tecnologia

App moments Facebook, come funziona riconoscimento volto

Sembra che Facebook abbia finalmente ottenuto il riconoscimento volto grazie all‘app moments. Nuova applicazione della società, lanciata oggi, è una combinazione delle due precedenti idee: foto di stoccaggio e di auto-sincronizzazione che incontra la condivisione privata, con alcune impressionanti caratteristiche di riconoscimento volto per l’avvio!

Nell’app moments, Product Manager Will Rubin descrive l’applicazione come complementare a eventi in cui tu ed i tuoi amici state parlando e postando le stesse foto o, forse più precisamente, come risposta alla persona che chiede sempre “Me la mandi” o “Posso postarla anch’io”?

Rubin dice che l’app moments organizza le foto sul tuo telefono in gruppi, tutte basate nel momento in cui sono state scattate, come a un matrimonio, o un weekend. Il riconoscimento volto di Facebook può identificare quale dei tuoi amici è presente nelle foto, ed è possibile inviare privatamente quelle foto ad amici specifici presenti nello scatto.

Le foto sono momenti privati che vanno conservati in luoghi custoditi. Ma l‘app moments è sicura riguardo a questo. Quando si scarica e si avvia l’applicazione, si contrassegnano molto chiaramente due cartelle: una di queste cartelle è chiamata “Private” e l’altra “Sincronizzazione”. Quando si avvia, per fortuna, tutto rimane nella cartella “Privato”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...