Appello per la cooperante sarda rapita in Algeria

Sardegna

Appello per la cooperante sarda rapita in Algeria

Il mondo del volontariato riunito a Cagliari ha lanciato un appello in 5 lingue per la liberazione di Rossella Urru, la cooperante di Samugheo (Oristano) rapita lo scorso ottobre in Algeria, nel campo profughi di Tinduf.

Dal palco della Fiera di Cagliari durante la tappa conclusiva del tour organizzato da ”Sardegna Solidale” – che ha raggiunto 43 piazze sarde – ben 1.600 volontari hanno invaso il Palacongressi in rappresentanza di 1.623 Associazioni sarde ed è stato lanciato un messaggio in italiano, inglese, arabo, wolof (la lingua del Senegal) e sardo per urlare ”Liberate Rossella”.

E’ stato ricordato anche l’eroe Sandro Usai volontario di Arbus morto durante l’alluvione che ha colpito la Liguria.

I giorni scorsi Al Qaida per il Maghreb Islamico (Aqmi) ha smentito di essere responsabile del sequestro della cooperante sarda e degli altri due cooperanti spagnoli.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*