Apple pianifica l’attacco ai testi scolastici tradizionali COMMENTA  

Apple pianifica l’attacco ai testi scolastici tradizionali COMMENTA  

Apple intende concentrarsi sull’aspetto didattico, a quanto pare.

iBook attualmente utilizza lo standard ePub 2 lungo alcune estensioni proprietarie, ma ci si aspetta che Apple supporti lo standard ePub 3, eliminando la necessità di queste estensioni. La più grande notizia qui è l’intenzione di Apple di offrire strumenti che rendano semplice la creazione di libri elettronici interattivi.


Le fonti indicano che si sta lavorando essenzialmente ad un “Garageband per e-book”. Se si ha familiarità con Garageband, sapete che si tratta di un’applicazione relativamente facile che permette ai novizi di creare dei brani. Portare tale strumento di creazione per gli e-Book contribuirebbe a favorire una piattaforma di distribuzione robusta.


Apple vende un gran numero di iPads in istituti di istruzione americani per ragazzini delle medie, ma non sta riuscendo a sostituire i tradizionali libri di testo.

Probabilmente Apple si sta preparando a battere seriamente quella strada.

Leggi anche

Tecnologia

Firma digitale: quante se ne possono avere

Nel nostro sistema giurisprudenziale, la firma digitale viene definita per la prima volta nel DPR 10 novembre 1997 n. 513 che disciplina la” formazione , l’archiviazione e la trasmissione di documenti con strumenti informatici e telematici”. Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*