Approvato il primo impianto di stoccaggio di scorie nucleari in Spagna COMMENTA  

Approvato il primo impianto di stoccaggio di scorie nucleari in Spagna COMMENTA  

Villar_de_Canas_artists_impressionSarà Villar de Cañas ad ospitare il deposito di scorie nucleari spagnolo. Il piccolo centro urbano nella provincia di Cuenca h superato la concorrenza di altre tredici località che avevano espresso interesse ad ospitare l’impianto di stoccaggio. L’aggiudicazione del progetto consentirà la creazione di 500 posti di lavoro nell’industria dell’edilizia per tutto il tempo di costruzione dell’impianto e, in seguito, di lavori ad alta specializzazione per circa 0 anni, quanto è previsto debba durare la concessione.

Delle quattordici località che erano entrate in competizione nel 2009 per ospitare l’impianto, otto erano state dichiarate compatibili con i requisiti tecnici previsti dal bando emesso dal governo allora retto da José Zapatero. La commissione interministeriale incaricata di finalizzare l’inchiesta e prendere la decisione ha ritenuto che Villar de Cañas disponga di buone credenziali dal punto di vista geologico, sismologico, meteorologico, idrologico, per la geometria del sito e per quanto concerne la sicurezza degli abitanti della zona. Da parte del governo sono stati considerati i benefici dal punto di vista economico per la cittadina e l’intera zona, con l’aumento dei posti di lavoro e dei livelli di preparazione della popolazione in generale. Per i cinque anni di costruzione dell’impianto si stima saranno necessari fino a 500 posti di lavoro, oltre a quelli legati all’indotto del cantiere. Il progetto, del valore di circa €700 milioni, avrà poi una durata stimata in almeno 60 anni.

Il progetto del nuovo impianto di stoccaggio per le scorie nucleari in Spagna viene a colmare un gap nella catena di produzione di energia nucleare nel paese iberico.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*