Arabia Saudita, la folla si accalca per celebrare l’Haji ed è strage, si temono migliaia di vittime COMMENTA  

Arabia Saudita, la folla si accalca per celebrare l’Haji ed è strage, si temono migliaia di vittime COMMENTA  

E’ strage alla Mecca dove 717 hanno perso la vita nel corso di un pellegrinaggio che si sta svolgendo in occasione di un rituale denominato ‘lapidazione del diavolo’. Una quantità abnorme di pellegrini si sarebbe accalcata in località Mina, vicina alle porte della Mecca, per prendere parte ad un rituale simbolico che prevede il lancio di pietre contro un muro.


Le autorità di Riad, che hanno accertato la morte di 717 persone, hanno diffuso la notizia che sarebbero circa 4 mila i soccorritori che stanno cercando di dare una mano per portare in salvo i pellegrini ammassati l’uno contro l’altro, nell’estremo tentativo di ridurre il bilancio di vittime e feriti, che sembra destinato ad aumentare nelle prossime ore. La maggior parte delle vittime, secondo la stampa di Riad, sarebbe avvenuta a causa di una ‘fuga improvvisa’ che ha destabilizzato la folla, causando la ressa e il panico.


Nella stessa regione si sono già registrati in passato altri incidenti simili, che avevano causato la morte di centinaia pellegrini, ma a quanto pare, il bilancio delle vittime questa volta sembra assumere sempre più i contorni di una vera e propria ecatombe, mai verificata prima d’ora. Nel 2006 furono 364 i morti nel corso del rituale del lancio di pietre, mentre nel 1990 i morti furono addirittura 1.426.


Si calcola che siano almeno due milioni i fedeli che stazionano da giorni in Arabia Saudita proprio per l’Haji, come è nominata la cerimonia di ‘lapidazione del diavolo’ in Arabia Saudita.

L'articolo prosegue subito dopo


Molte delle vittime sono di origine iraniana, per questo motivo l’Iran avrebbe aspramente criticato in queste ore i gravi errori commessi dalla sicurezza saudita. Il responsabile dell’organizzazione iraniana dell’Haji, Said Ohadi, ha riferito che per “ragioni sconosciute” è stata chiusa una strada vicino al luogo della cerimonia, dove poi si è concentrata la calca che è stata fatale a centinaia di persone.

Per i musulmani il pellegrinaggio in terra santa è un dovere che ogni musulmano deve compiere almeno una volta nella vita.

 

Leggi anche