Arcivescovo spagnolo: “I gay si prostituiscono e sono destinati all’inferno” COMMENTA  

Arcivescovo spagnolo: “I gay si prostituiscono e sono destinati all’inferno” COMMENTA  

“I gay si prostituiscono e sono destinati all’inferno”. Questa la durissima uscita dell’arcivescovo di Alcalà de Henares (Madrid), Juan Antonio Reig Pla. La sparata dell’arcivescovo è arrivata in diretta televisiva, nel corso dell’omelia del venerdì santo trasmessa dall’emittente pubblica spagnola.

Senza farsi problemi, davanti a milioni di persone, Reig Pla ha associato l’omosessualità alla prostituzione. Quindi nel mirino ci sono finite le giovani donne che scegliendo di abortire “distruggono se stesse”. E ancora, secondo Reig Pla, gli omosessuali sono persone che “fin da piccole pensano di essere attratte dagli individui dello stesso sesso e, a volte, per comprovarlo si prostituiscono o frequentano club di omosessuali.

Vi assicuro – ha ripetuto – che finiscono all’inferno”.

Leggi anche

1 Commento su Arcivescovo spagnolo: “I gay si prostituiscono e sono destinati all’inferno”

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*