Area C: ieri il debutto

Milano

Area C: ieri il debutto

Ieri a Milano è entrata in vigore l’ormai famosa Area C, cioè la “congestion charge”, tassa sul traffico delle auto nel centro della città. La misura era stata approvata a larghissima maggioranza durante i referendum consultivi della scorsa primavera. Milano è la prima città italiana a sperimentare una misura del genere, in Europa la più nota città a utilizzare questo sistema è Londra.

Ricordiamo brevemente: Area C è partita ieri, 16 gennaio, e sarà attiva in via sperimentale per 18 mesi dal lunedì al venerdì – feriali – dalle 7.30 alle 19.30. L’area interessata è la stessa dell’ecopass, per cui la cerchia dei Bastioni. Ricordiamo che dal 16 gennaio e il 16 marzo 2012 gli accessi potranno essere regolarizzati anche non nell’immediato, ma entro e non oltre il 17 marzo 2012.

Dal 17 marzo in poi non si scappa: si deve pagare “il giorno dell’ingresso o entro le ore 24 del giorno successivo”, come precisa il Comune.

Le tariffe le saprete, ma riepiloghiamo velocemente: 5 euro ad ingresso, per i residenti quaranta ingressi liberi e poi ticket da 2 euro, 3 e 5 euro per i “veicoli di servizio”. Moto e scooter liberi di entrare gratuitamente.

Il bilancio è decisamente positivo, si è registrata una diminuzione di uno stimato 40% dell’ingresso nell’Area C delle auto; dai 56mila accessi giornalieri in media della scorsa settimana, si è passati a 38 mila.

Nell’Area C c’è stata una grossa affluenza dei veicoli su due ruote che non andavano soggetti al pedaggio. Notevole anche l’aumento di passeggeri sui mezzi pubblici. Insomma nonostante le proteste dell’opposizione c’è chi ha definito questo primo giorno dell’Area C come un successo .

Atm spiega che la rete dei trasporti urbani ha retto, rendono noto i vertici aziendali, e non ha subito disagi nonostante il maggior afflusso di utenti anche grazie all’annunciato potenziamento dei servizi. E’ stato registrato il 6% di passeggeri in più sulle tre linee della metropolitana e il 10% in più sui mezzi di superficie.

Tutto esaurito per i maxi parcheggi che si trovano alle porte della città nei pressi degli snodi più importanti della metropolitana: i parcheggi di Cascina Gobba, Lampugnano, San Donato e Sesto San Giovanni registrano il sold out.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche