Argentini in piazza contro il Governo Kirchner: paralizzata Buenos Aires COMMENTA  

Argentini in piazza contro il Governo Kirchner: paralizzata Buenos Aires COMMENTA  

Buenos Aires – L’Argentina si ferma per uno sciopero generale contro il Governo Kirchner. Le principali vie d’accesso della Capitale Buenos Aires sono state bloccate.

Fermi la maggior parte dei treni e degli autobus. Situazione analoga per gli aerei. Chiuse le banche e ferma la raccolta dei rifiuti. I sindacati hanno convocato lavoratori e non, in piazza per protestare contro le imposte sul reddito e per l’universalizzazione degli assegni familiari.

Hugo Moyano del CGT ha affermato: “Con Néstor Kirchner avevamo delle risposte. Adesso non solo non hai risposte dal Governo ma hai minacce. Cristina (attuale presidente e moglie del defunto ex presidente Néstor Kirchner – ndr) fa solo annunci in televisione che non hanno senso.

É questo che fa rabbia alla gente”. Florencio Randazzo, ministro dei Trasporti, intervenuto a Radio La Red, ha parlato di uno sciopero estorsivo e contro gli interessi dei lavoratori.

L'articolo prosegue subito dopo

Randazzo ha assicurato che non sarà attuata nessuna forma di repressione della protesta.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*