Arredamento: meglio quadri moderni o quadri classici?

Arredamento

Arredamento: meglio quadri moderni o quadri classici?

quadri

Arredamento di casa: meglio puntare su quadri moderni o quadri classici? Come scegliere che quadri comprare? Una pratica guida che potrà aiutarvi.


quadri

Per molte persone arredare e decorare la propria casa è un’ottima opportunità per esprimere la propria personalità e il proprio stile. Entrando in casa si viene immediatamente colpiti dallo stile dell’arredamento, e questo ci dà già una prima impressione di chi vi abita. Per questo motivo, la scelta dei complementi d’arredo, degli elettrodomestici o semplicemente dei colori con cui dipingere le pareti, diventa un lavoro impegnativo. Però lo stile di una persona o di una famiglia non si rispecchia solamente in queste scelte, ma anche nei piccoli dettagli che aggiungono carattere ad ogni ambiente, e senza dubbio tra i principali accessori di design che completano l’arredamento di una casa ci sono i quadri che rappresentano il vero stile del proprietario e ne esprimono la personalità. Sebbene esistano tanti tipi e generi di quadri una delle scelte più elementari ma allo stesso tempo difficili da prendere è se decorare le pareti appendendo dei quadri moderni o se invece sia meglio scegliere dei quadri classici. L’arte ha attraversato diversi periodi storici, e di conseguenza anche i quadri hanno risentito dell’avvicendarsi di queste epoche, ovviamente, ci sono benefici distinti per ognuna delle due opzioni, ma prima di decidere se acquistare dipinti classici o dipinti moderni è importante comprendere il significato di questi termini.

Arredamento: differenze tra quadri classici e quadri moderni

arredamento

Il termine “classico” si riferisce generalmente a qualsiasi lavoro prodotto al di fuori dei periodi moderni o contemporanei. Più precisamente, il periodo moderno che inizia a circa la metà del XIX secolo. Ci sono diverse caratteristiche che differenziano i dipinti classici da quelli moderni. In generale, scegliere di decorare con i dipinti classici significa abbracciare differenze nelle tecniche, nei colori e nelle tematiche. Da una prospettiva puramente tecnica, i dipinti classici hanno diversi stili, ed anche la tavolozza dei colori è molto limitata. I colori usati nei dipinti classici ruotano intorno a toni della terra, mentre sono assenti colori non naturali come il blu, il verde e il viola. La differenza finale e più marcata tra dipinti classici e moderni risiede nella materia rappresentata. A causa del metodo della pittura e della tavolozza dei colori menzionati sopra e delle norme sociali del loro tempo, i dipinti classici rappresentano prevalentemente la storia dell’umanità, come quadri con scene religiose o di ritratti di persone realmente esistite. La delineazione tra dipinti classici e moderni è abbastanza chiara e risiede nella tecnica della pittura, nella tavolozza dei colori e nell’argomento utilizzato dagli artisti. La scelta di decorare con dipinti moderni significa generalmente preferire diverse alternative ai dettagli sopra menzionati. Nel corso degli anni sono stati fatti diversi progressi relativi alle tecniche di pittura moderna, i progressi nei metodi di verniciatura hanno permesso di far emergere questo nuovo genere. Anche i progressi industriali hanno cambiato non solo la costituzione, ma anche i colori delle vernici disponibili. Tra i risultati della rivoluzione industriale, la capacità di fusione di metalli ha permesso la produzione di ossidi metallici misti come il piombo, il ferro, il cobalto, il manganese, aprendo agli artisti una gamma di colori completamente nuova. Anche le tematiche hanno cominciato a cambiare, prendendo spunto dalle strade e cominciando a dipingere paesaggi. Intanto nasce la fotografia che comincia a registrare gli eventi storici al posto della pittura che a sua volta cambia il suo ruolo, gli artisti moderni sono diventati lavoratori autonomi e spiriti liberi, non dipingendo ciò che gli è stato detto, ma ciò li ispira, come la natura, la scienza, le visioni interiori e l’angoscia sociale. I dipinti moderni possono perciò rappresentare tutto, dalle persone ai luoghi, alle cose, all’incoercibile, a seconda della scelta e della visione dell’artista.

Acquistare di dipinti classici o moderni?

arredamento

Quando si tratta di decidere se decorare con dipinti classici o quadri moderni, bisogna intanto capire quali metodi e soggetti preferiamo. La maggior parte delle opere d’arte possono essere molto costose, soprattutto quelli di artisti famosi. Tuttavia, c’è anche la possibilità di acquistare riproduzioni di dipinti famosi o originali di artisti sconosciuti. Oggi gli artisti dipingono sia la tradizione classica che quella moderna, lasciando agli acquirenti una serie di opzioni. La scelta sul tipo di dipinto da acquistare dipenderà in gran parte dal budget ed anche dal tipo di arredamento che già abbiamo in casa perché ricordiamoci che il quadro deve rappresentare un completamento e quindi deve essere in perfetta armonia con lo stile della casa. Anche le dimensioni sono molto importanti e anche queste devono dipendere da fattori come la grandezza della parete da riempire o proprio dalla tipologia del quadro stesso. Cominciamo dicendo che se in casa abbiamo una grande parete possiamo decidere di appendere un unico quadro di grande dimensioni invece di tante piccole stampe. Dalla grandezza dipende anche l’altezza alla quale appenderlo, ossia se il quadro è abbastanza grande possiamo appenderlo in alto, al contrario se è piccolo e pieno di dettagli sarà meglio appenderlo ad altezza occhi per permettere a chi lo guarda di osservarne bene i particolari.

Conclusione

In conclusione la scelta di decorare con dipinti classici o moderni è difficile per molte persone, ma basta basarsi n primis sul gusto personale ed in secondo luogo su quanto precedentemente detto. Pur comprendendo il beneficio dell’utilizzo dell’arte come decorazione, esistono molte differenze tra questi due metodi di pittura che finiscono con l’influenzare l’effetto finale, dobbiamo utilizzare i quadri per impreziosire l’arredamento ed esprimere la nostra personalità senza stravolgere lo stile della casa, quindi la cosa importante è fare sempre scelte che siano in armonia con l’arredamento già esistente.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche