Arrestata Nonna Hacker: Svuotava Carte di Credito Prepagate

Cronaca

Arrestata Nonna Hacker: Svuotava Carte di Credito Prepagate

Un’insospettabile pensionata veneta di 60 anni è stata denunciata dai carabinieri per frode informatica.

La donna, nonostante l’eta’, si é rivelata un asso dell’informatica e del furto, riuscendo a decodificare la carta di credito di un operaio di Collagna, in provincia di Reggio Emilia, spillandogli alcune centinaia di euro.

La vittima si era accorta, al momento di un acquisto, che la sua carta di credito ricaricabile era vuota. La lista dei movimenti gli ha rivelato che qualcuno aveva avuto accesso al suo credito e aveva prelevato 250 euro ricaricando un’altra Postepay.

le forze dell’ordine hanno ricostruito i movimenti del denaro e le operazioni avvenute attraverso il web, risalendo così alla donna, residente nel Veronese. La sessantenne ha inizialmente ha respinto le accuse fingendo di essere vittima a sua volta di un raggiro, ma le indagini l’hanno smentita. I soldi trafugati attraverso la decodificazione della carta di credito del reggiano, infatti, erano stati versati su una postepay a lei intestata.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche