Arrestato per sfruttamento della prostituzione minorile si suicida in carcere

Roma

Arrestato per sfruttamento della prostituzione minorile si suicida in carcere

 

Stava scontando una condanna per sfruttamento della prostituzione minorile nel carcere di Mammaglialla (Viterbo) che sarebbe terminata nel 2022, Roberto Passatini, 49 anni, che domenica pomeriggio si è suicidato impiccandosi nella propria cella dove è stato poi trovato dal compagno. Era stato arrestato nel 2006 per aver venduto bambini tra gli 8 e i 14 anni oltre che ad aver personalmente abusato di loro. Aveva da quel che emerso dalle indagini alle proprie spalle una vera e propria organizzazione che è stata in seguito ad una serie di arresti smantellata.

Passatini era ritenuto un detenuto modello, aveva aderito alle attività di recupero e socializzazione e aveva mantenuto i rapporti con uno zio sacerdote con il quale manteneva una corrispondenza epistolare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche