Arriva la tassa sulle bevande gassate

News

Arriva la tassa sulle bevande gassate

Una tassa di 3 censtesimi sulle bibite gassate da 33 cl porterebbe nelle casse dello stato 250 milioni di euro l’anno e migliorerebbe l’alimentazione soprattutto dei teenager.

Questa la proposta del Ministro della Salute Renato Balduzzi, che ai microfoni di Radio Anch’io, parla della proposta di tassare Coca Cola, Fanta e Sprite, 3 centesimi che riguarderebbero solo bevande zuccherate e gassate e non tocchera’ i cibi. Ovviamente la reazione delle multinazionali interessate sono scoppiate, l’associazione Assobibe ritiene immotivata la tassa dal momento che le suddette bevande sono gia’ soggette ad un’aliquota IVA del 21%. Questa proposta ha pero’ incontrato il favore della Coldiretti che cosi’ si e’ espressa :” Questa tassa migliorera’ concretamente la qualità dell’alimentazione nelle giovani generazioni occorre aumentare la quantità di frutta nelle bibite, che oggi per legge contengono appena il 12% di vero succo””

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...