Art deco- quando la casa diventa eco-friendly

Guide

Art deco- quando la casa diventa eco-friendly

RIDUCI, RIUTILIZZA, RIDISEGNA: LA CASA DIVENTA ECOLOGICA

I prodotti eco-friendly sono ora più popolari che mai, dal cibo all’abbigliamento, dagli accessori agli arredi per la casa. Ma ad essere ecologico non è solo il prodotto in sé. Esso infatti riguarda anche altri aspetti, come il processo di fabbricazione e anche in che modo i prodotti sono spediti. E non solo. Altrettanto importante è il riutilizzo – ossia il riciclaggio do oggetti che non si usano più, per sfruttarli in modo diverso ed inaspettato. Vediamo come:

Viva il verde

La maggior parte delle persona, non può permettersi il lusso di ri-arredare la propria casa per renderla più ecologica, ma questo non è impossibile, né difficile, se fatto un passo per volta. E’ possibile restaurare da sé mobili antichi ed usati mediante nuovi rivestimenti -fatti magari con materiali naturali come cotone, lino e lana. Utilizzando tessuti naturali, si crea un ambiente interno più sano e dalla bellezza rinnovata.

Inizia magari ritinteggiando le pareti di casa tua con della vernice ecologica (a basso contenuto di prodotti chimici tossici). Sostituisci la tua vecchia moquette di nylon con del rivestimento in fibre naturali come la lana, cotone o moquette fatta con materiali riciclati.

Acquista (o crea da te) delle tende di canapa o di lino invece di usare i soliti tessuti artificiali, e aggiungi dei cuscini vintage. Per essere sempre sicuro che un prodotto è ecologico, basta guardare l’etichetta!

Acquisti ecologici

L’azienda Americana “Quattro Mani”, con sede ad Austin, Texas, nel 1996 ha iniziato a proporre mobili creati con legno recuperato. Oggi, oltre il 75 per cento dei beni prodotti dalla società, sono fatti con materie prime eco-compatibili, tra cui il legno di piantagione, legname recuperato, metallo riciclato dagli Stati Uniti, e legna esotica recuperata dagli scarti del Sud America.

Pallet usati, casse da imballaggio, bobine di cavi, travi di ponti e materiali recuperati da edifici smantellati, sono tutti gli eco ingredienti con i quali si possono realizzare mobili e decori per la casa che si adattano ad ogni stile. Anche l’hardware e gli accessori sono realizzati in metallo o ottone riciclato.

Nessun legno inutilizzato viene sprecato. Vecchi pali del telefono si trasformano in curiose panchine, i divani sono fatti con cartone riciclato (resistentissimo), i pallet diventano delle simpatiche cassettiere e la casa si rinnova con poca spesa e tante grazie da Madre Natura.

“Le nostre operazioni sono semplificate grazie ai servizi on-line [minimizzando le scartoffie], e le nostre fabbriche limitano le emissioni di agenti inquinanti nell’aria”, ha detto il portavoce della “quattro mani” Cameron Cook. I mobili sono importati da tutto il mondo all’interno di cassette che vengono generalmente riciclate per creare altri mobili. “Abbiamo in programma di lasciare la Terra in condizioni migliori di come la abbiamo trovata”, ha detto Cook, sorridendo.

Un’altra società eco-friendly, “Viaggi,Trading &Co.”, ha deciso di creare i propri tavoli e scrivanie con diverse tavole ricavate da legno di mango riciclato. I pezzi possono essere posizionati in modo che aderiscano insieme o siano separati.

Un pezzo di tronco d’albero caduto in un bosco, può quindi essere suddiviso in modo da trasformarsi in due tavolini.

Tutti possono sfruttare queste idee grazie al legname di scarto o tronchi di alberi di grandi dimensioni che sono caduti a seguito del maltempo (basta assicurarsi che il legno sia completamente asciutto). Le imperfezioni e le caratteristiche del legno rendono ogni pezzo veramente unico e speciale.

Se siete determinati ad avere una casa ecologica, quindi, cercate sempre i produttori di mobili che utilizzano materiali riciclati ed eco-friendly.

“Usiamo solo fibre naturali rinnovabili”, ha detto Michael Fisher, portavoce di un’azienda che usa materiali riciclati “I nostri mobili Indonesiani sono contemporanei e si adattano ad ogni arredamento, come la base da tavolo a forma di palla con un piano in legno bicolore”, ha detto Fisher. “I cubi sono fatti a mano e ricavati da pezzi di legno trovati a terra nel bosco.

I tavoli sono fatti con legno lucido ed anche i mobili in vimini sono tessuti a mano e ricavati da foglie naturali, corteccia, legno, erba o sisal – il tutto mantenendo i colori naturali”.

I materiali riciclati sono il primo passo da cui partire se si desidera mantenere una linea ecologica, quindi il legno proveniente da tronchi caduti naturalmente (non abbattuti dall’uomo), il cartone riciclato, la stoffa, sempre riciclata, il bamboo etc.

Un’idea carina, sono i tappeti fatti con tessuti ricavati da vecchie magliette inutilizzate. Questi tappeti possono anche essere fatti in casa. Basta tagliare le maglie a listarelle e cucirle su una robusta base di fibra naturale come la tela da vela.

Un’idea simile è offerta dai tappetini fatti con strisce riciclate di pelle intrecciata. Si possono creare con vecchie cinte e manici, togliendone prima le fibbie. E ancora, si possono creare dei fantastici cuscini con le cravatte inutilizzate, incrociandole tra loro come si farebbe per un cesto di vimini.

Altrettanto, queste idee possono essere usate anche per rivestire le sedie e gli sgabelli.

Anche i prezzi sono ecologici

Quando Abigail Kiefer ha iniziato la sua ricerca per trovare degli accessori a prezzi accessibili per la sua casa che non fossero né beige né color avana, pensò che sarebbe stato facile. Non fu così. La soluzione? Ha deciso di creare la sua compagnia, “Rosso Argilla”, dedicata alla produzione di oggetti interessanti ed eco compatibili, che ben presto hanno fatto appello ai mercati di massa, grazie anche a prezzi accessibili a tutti.

La sua idea è stata quella di lanciare un concorso per entrare in contatto con gli artisti emergenti, desiderosi di progettare oggetti decorativi come cuscini, decorazioni da parete e ceramiche, e vederli realizzare.

“Tutti i nostri prodotti vengono acquistati negli Stati Uniti e sono fatti con materiali riciclati”, ha detto Ashley Etling, direttrice di una società che si occupa di approvvigionamenti sui prodotti.

“Vogliamo ottenere il maggiore impatto nel vostro salotto con il minore impatto sul pianeta.”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*