Arte e fiera 2012, quando l’arte “invade” la città COMMENTA  

Arte e fiera 2012, quando l’arte “invade” la città COMMENTA  

Dal 27 al 30 gennaio Bologna sarà il centro dell’arte moderna e contemporanea per l’edizione 2012 di Arte e fiera. Questa importante manifestazione sarà inaugurata giovedì 26 gennaio alle 17  con gli artisti del Teatro Comunale sulle note cantate della Turandot, opera che sarà messa in scena nei giorni successivi nello storico teatro cittadino di piazza Giuseppe Verdi. Una bella novità per tutti i visitatori sarà la possibilità di avere con il biglietto della manifestazione l’ingresso gratuito al Mambo, al museo Morandi e ai musei dell’Istituzione Musei Civici (aperti gratuitamente anche durante la Notte Bianca dell’Arte sabato 28 gennaio), così come alle nuove sale dei musei della città promossi dalla Fondazione Carisbo. La  città sarà animata da Arte fiera off, oltre 100 eventi che faranno parte del circuito ufficiale di iniziative post fiera legate all’arte contemporanea. Non bisogna dimenticare la 7ª edizione del Bologna Art First, curata da Julia Draganovic, e visitabile dal 27 Gennaio al 26 Febbraio 2012: una passeggiata nel centro storico di Bologna alla scoperta di 10 postazioni artistiche serie ed ironiche portatrici di un unico messaggio: sdrammatizzare la crisi e stimolare la riflessione. Al  MAMBO sarà possibile ammirare Marcel Broodthaers, “L’espace de l’écriture”, la prima retrospettiva completa in Italia dedicata all’artista belga a cura di Gloria Moure. Sempre al MAMBO, durante la notte bianca del 28 gennaio largo ai bimbi: dalle 19 alle 23 saranno accompagnati in un percorso plurisensoriale. Al museo Morandi oltre alla mostra contemporanea di Hollan sarà possibile visitare quattro capolavori appartenenti alla collezione privata di Luciano Pavarotti. Venerdì 27 gennaio in Sala Borsa sarà possibile assistere ad una performance d’eccezione con il maestro bolognese Luigi Ontani.


Per maggiori informazioni: www.artefiera.bolognafiere.it

Di Alessandra V. Massagrande

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*