Artigianato laziale: il 50% delle imprese è nato dopo il 2000 COMMENTA  

Artigianato laziale: il 50% delle imprese è nato dopo il 2000 COMMENTA  

L’assessorato alle attività produttive ha pubblicato il “Rapporto sull’artigianato artistico e tradizionale del Lazio”. I risultati emersi sono che l’artigianato artistico laziale è un settore piuttosto dinamico: la metà delle imprese, infatti, è nata dopo il 2000 e appena il 10% è nata prima degli anni ’80.

Le attività artigiane sono distribuite nelle provincie del Lazio in questo modo: nel territorio di Roma Capitale vi è il 24,2% di imprese, nella provincia di Roma il 21,9%, a Viterbo il 19,9%, a Latina il 19,3%, a Frosinone il 13,3% e a Rieti solo lo 0,9%.
Il settore e’ costituito prevalentemente da ditte individuali (75%), mentre solo un 5% impiega oltre 5 operai.

Più del 60% degli artigiani sono uomini dai 30 ai 50 anni, mediamente istuiti, che parlano almeno una lingua straniera e che vivono del loro mestiere.


Pietro Di Paolo, assessore alle attività produttive e ai rifiuti, ha dichiarato che “i mestieri d’arte sono ben lontani dal costituire una professione in via d’estinzione.

L'articolo prosegue subito dopo

Al contrario, dal rapporto emerge con forza come l’artigianato artistico rappresenti un patrimonio unico e irripetibile di conoscenze, abilita’ progettuali e produttive”
.
L’assessore conclude parlando di quanto sia “importante evidenziare l’attitudine all’innovazione dimostrata da molti maestri artigiani, che riescono a coniugare con successo le antiche sapienze con le nuove tecnologie”.

(Fonte ASCA)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*