Artista ricrea sogni ed emozioni in un monolocale di 3mq

Cultura

Artista ricrea sogni ed emozioni in un monolocale di 3mq

L’ artista Jee Young Lee crea i suoi mondi surreali nel suo piccolo monolocale di 3m x 6m di Seoul. Documenta i suoi sogni ed le sue emozioni, poi li ricrea attraverso la costruzione di gruppi tematici e infine si fotografa in loro. Ha ottenuto il Sovereign Arts Prize nel 2012 e ha aperto la sua prima mostra europea alla Opiom Gallery a Opio, in Francia lo scorso febbraio.

Reaching for the stars, è composto da oltre 2.000 bicchieri di carta che sono stati accatastati insieme come mattoni di un fragile castello, che rappresenta il bisogno umano di miglioramento. Lee spiega: “Volevo esprimere il processo di dirigersi verso il proprio desiderio, insieme con lo sforzo necessario per realizzare il proprio sogno, che è rappresentato dalla stella.”

1

Treasure Hunt, ha occupato Lee tre mesi per la sua creazione. L’artista dice che è stato ispirata dai suoi ricordi d’infanzia della fattoria dei nonni in campagna, dove la sera era solita vedere le lucciole.

“Per me sembravano come se fossero su una caccia al tesoro”, spiega, “e le ho usate come una metafora per mostrare che trovare il vostro ideale è difficile come cercare un ago in un campo erboso. ”

2

Resurrection, “Ho voluto mostrare la mia esperienza personale di rinascere, superando gli elementi negativi che mi avevano trascinato verso il basso, e la mia pulizia emotiva.”

3

Panic Room, “Ero confusa, spaventata e in perdita, e ho usato l’illusione ottica per esprimere il mio stato emotivo”, dice Lee. Ha calcolato le proporzioni e ha ricostruito l’intero set a mano.

4

Nightmare, ha utilizzato dei fermagli per questa immagine. Essi non portano alcun pericolo nella vita reale, ma lei ha voluto evidenziare come le piccole preoccupazioni possono sfociare in un fardello che ci portiamo attraverso la vita. Le clip si attaccano alla sua donna come lei si allontana, proprio come fanno guai.

5

Childhood, “L’orologio sta suonando la mezzanotte, evoca il più bell’incantesimo spezzato come in Cenerentola, ma la ragazza vuole rimanere nel suo confortevole, momento di pace, spazio familiare.

E’ a conoscenza che il cielo di notte è freddo fuori dalla finestra, e non ha la minima idea di ciò che è in attesa per lei nel mondo. ”

6

Black birds, “Per me dei grandi uccelli minacciosi, e l’immagine delle loro piume, del becco e degli artigli è terribile”, dice Lee. La scena è piena di fermento, e le porte rappresentano i cambiamenti futuri e le sfide cui l’artista dovrà passare attraverso.

7

My chemical romance, descrive le sue difficoltà a comunicare con la gente. “Ho usato giallo e nero, come quei colori si vedono spesso sui cartelli che avvertono del pericolo”, dice. Il cane in un angolo rappresenta una persona che la turbava al momento.

8

Sono in soggezione!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche