Brindisi, Asl restituisce commessa a cooperativa coinvolta in Mafia Capitale COMMENTA  

Brindisi, Asl restituisce commessa a cooperativa coinvolta in Mafia Capitale COMMENTA  

Brindisi, Asl restituisce commessa a cooperativa coinvolta in Mafia Capitale
Brindisi, Asl restituisce commessa a cooperativa coinvolta in Mafia Capitale

Asl di Brindisi restituisce la commessa alla cooperativa finita nell’inchiesta Mafia Capitale

A luglio avevano revocato la gestione della R.S.A. di Ostuni

Asl di Brindisi restituisce la commessa alla cooperativa  La Cascina, dopo che questa era finita al centro di una inchiesta nell’ambito di Mafia Capitale. L’azienda sanitaria, che durante lo scorso luglio aveva in un primo momento disposto la decadenza dall’aggiudicazione della gara per la gestione in accreditamento della R.S.A. di Ostuni, ha revocato tale delibera in autotutela.


“La Asl – si legge in una nota della coop romana – aveva difeso il suo provvedimento nella aule del TAR Puglia che, qualche settimana fa, si era espresso favorevolmente sulla legittimità dell’esclusione. Nonostante la sentenza favorevole, i vertici dell’Azienda Sanitaria Locale di Brindisi, probabilmente dopo aver approfondito i numerosi elementi” forniti dal Gruppo La Cascina, hanno deliberato la revoca in autotutela.


“Il provvedimento – prosegue la nota del Gruppo – è l’ultimo di una lunga serie di disposizioni che stanno contribuendo a restituire serenità al Gruppo e ai suoi 7mila dipendenti e soci lavoratori.

Solo la settimana scorsa, il Direttore Generale dell’Università della Magna Grecia di Catanzaro aveva disposto la riattivazione del servizio mensa destinato agli studenti e al personale universitario, dopo due mesi di sospensione”.

2 Trackback & Pingback

  1. Brindisi, Asl restituisce commessa a cooperativa coinvolta in Mafia Capitale | Braincell
  2. Brindisi, Asl restituisce commessa a cooperativa coinvolta in Mafia Capitale | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*