Aspirina farmaco anti tumore, la conferma dagli Usa

Salute

Aspirina farmaco anti tumore, la conferma dagli Usa

Aspirina, l’antinfiammatorio più conosciuto al mondo come la panacea per tutti i mali. Negli ultimi 20 anni la compressa per bambini, a bassa dose di acido acetilsalicilico, conosciuta come Aspirinetta, è stata ribattezzata Cardio-aspirina perché viene prescritta per la prevenzione di disturbi al cuore, per evitare infarto e ictus. Ora lo stesso farmaco negli Stati Uniti è stato inserito nell’elenco delle “armi anti-cancro”, una dose di aspirinetta al giorno è in grado di ridurre l’incidenza e la mortalità di diverse forme tumorali, è efficace nei casi di tumore al colon, riducendone l’incidenza del 35%, e nei casi di tumore dell’esofago e dello stomaco, riducendone l’incidenza del 30%, inoltre abbassa la mortalità nei pazienti già colpiti da neoplasia riducendo anche il rischio di sviluppare metastasi.

L’ultimo studio, un’indagine condotta in Gran Bretagna e pubblicata sulla rivista medica “Annals of Oncology” ha accertato che le percentuali di riduzione dopo 10 anni di utilizzo continuato del farmaco e che il periodo migliore di uso con il minimo rischio di effetti collaterali è tra i 50 e i 69 anni , negli anni precedenti e successivi il rischio di sanguinamento è maggiore. In Italia è stato stabilito che consolida l’effetto benefico della chemioterapia ammortizzandone gli effetti collaterali.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...