Assad pronto a fare un passo indietro: ‘Se questa fosse la soluzione, sono pronto’

Esteri

Assad pronto a fare un passo indietro: ‘Se questa fosse la soluzione, sono pronto’

In una intervista rilasciata all’emittente iraniana Khabar, il presidente siriano Bashar al-Assad ha elogiato l’impegno di Putin in Siria, lanciando strali contro i leader occidentali rei di avere complottato contro di lui, fomentando e alimentando l’odio della resistenza interna contro il suo regime: “Oggi provano un senso di fallimento: il loro complotto contro la Siria è fallito“. Assad rivendica il diritto della Siria di governare il proprio paese secondo il volere dei propri cittadini: ‘ogni discorso sul sistema di Stato e sulle autorità del Paese è un affare interno della Siria, noi sosteniamo ogni mossa politica che vada in parallelo con la lotta al terrorismo‘.

Ma se la soluzione dovesse essere il mio uscire di scena, non esiterò a farlo‘. Per la prima volta il capo supremo del governo siriano ipotizza l’idea che la transizione possa fare a meno di lui. Il contenuto dell’intervista è stato diffuso via Twitter dalla stessa presidenza di Damasco.

Secondo Assad i raid e le bombe della coalizione non hanno raggiunto gli effetti sperati, ‘in Siria e Iraq sono stati controproducenti, perché hanno permesso al terrorismo di diffondersi.

Quanti hanno commesso atti di terrorismo dovrebbero deporre le armi e sottoporsi al giudizio delle leggi dello Stato. Assad ha parlato anche di ‘terrorismo’ come il nuovo strumento degli occidentali per soggiogare la regione. La nostra priorità è evitare che altri Paesi cadano sotto la loro egemonia‘.

Assad parla anche di una coalizione composta da Russia, Siria, Iran e Iraq che deve ‘imporsi contro quella occidentale ‘o la regione sarà distrutta’ afferma ancora Assad, non prima di aver lanciato nuove accuse contro gli Usa e ai suoi alleati: ‘I più importanti terroristi in Siria e Iraq sono europei’. E ‘da quando si è formata la coalizione guidata dagli Usa, lo Stato Islamico si è espanso geograficamente e ha moltiplicato il reclutamento’. ‘Gli occidentali – prosegue Assad – con una mano colpiscono i rifugiati siriani, con l’altra porgono loro cibo’. Mentre secondo il rais, ‘i russi non hanno mai cercato di imporci alcunché, soprattutto durante questa crisi.

E anche la Cina sostiene il ruolo e gli sforzi della Russia nella lotta al terrorismo‘.

1 Trackback & Pingback

  1. Assad pronto a fare un passo indietro: ‘Se questa fosse la soluzione, sono pronto’ | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche